Lunedì, 21 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
PROTESTA UPI

Province: spegneremo
i riscaldamenti nelle scuole

province, riscaldamenti, scuole, upi, Sicilia, Archivio, Cronaca

 
Antonio Saitta, presidente della Provincia di Torino, è stato nominato nuovo leader dell'Upi, l'Unione delle Province d'Italia. La decisione è stata ratificata oggi dall'assemblea dei presidenti delle giunte e dei consigli provinciali, in corso a Roma.
Le Province italiane decideranno a breve la chiusura dei riscaldamenti nelle scuole e conseguentemente l'aumento delle vacanze per gli studenti: lo ha detto il nuovo presidente Upi, Antonio Saitta, spiegando che l'iniziativa "prende le mosse per protestare contro i tagli di 500 milioni decisi con la spending review". 
"La mancata sentenza della Corte costituzionale sui ricorsi delle Regioni sulle funzioni e sul sistema elettorale delle Province, è un fatto inaudito, il governo sta facendo il gioco delle tre carte": lo ha detto il neopresidente dell'Upi, Antonio Saitta, intervenendo all'assemblea dei presidenti delle Province. "Il ministro Patroni Griffi si è offeso ma ciò che è successo - ha spiegato - è stata una furbizia che ha bloccato la Corte, la quale nel merito non può che darci ragione". 
In tema di riordino delle Province, il governo "giudica sulla base delle attuali norme e non di quelle che verranno" ha spiegato Saitta, aggiungendo che "da parte delle Province non si vuole muovere nessun attacco nei confronti della Consulta". Ma il rischio "é che ci venga data ragione dopo, quando noi non ci saremo più". Secondo Saitta è venuto il momento di "chiudere questa fase di confusione, in cui il governo si sta mettendo la Costituzione sotto i piedi. Non è possibile - ha concluso - che qualcuno abbia sempre ragione e il Parlamento sempre torto".

 Antonio Saitta, presidente della Provincia di Torino, è stato nominato nuovo leader dell'Upi, l'Unione delle Province d'Italia. La decisione è stata ratificata oggi dall'assemblea dei presidenti delle giunte e dei consigli provinciali, in corso a Roma.

Le Province italiane decideranno a breve la chiusura dei riscaldamenti nelle scuole e conseguentemente l'aumento delle vacanze per gli studenti: lo ha detto il nuovo presidente Upi, Antonio Saitta, spiegando che l'iniziativa "prende le mosse per protestare contro i tagli di 500 milioni decisi con la spending review". 

"La mancata sentenza della Corte costituzionale sui ricorsi delle Regioni sulle funzioni e sul sistema elettorale delle Province, è un fatto inaudito, il governo sta facendo il gioco delle tre carte": lo ha detto il neopresidente dell'Upi, Antonio Saitta, intervenendo all'assemblea dei presidenti delle Province. "Il ministro Patroni Griffi si è offeso ma ciò che è successo - ha spiegato - è stata una furbizia che ha bloccato la Corte, la quale nel merito non può che darci ragione". 
In tema di riordino delle Province, il governo "giudica sulla base delle attuali norme e non di quelle che verranno" ha spiegato Saitta, aggiungendo che "da parte delle Province non si vuole muovere nessun attacco nei confronti della Consulta". Ma il rischio "é che ci venga data ragione dopo, quando noi non ci saremo più". Secondo Saitta è venuto il momento di "chiudere questa fase di confusione, in cui il governo si sta mettendo la Costituzione sotto i piedi. Non è possibile - ha concluso - che qualcuno abbia sempre ragione e il Parlamento sempre torto".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook