Giovedì, 21 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Da Gaza ancora razzi Cresce la tensione
MEDIORIENTE

Da Gaza ancora razzi
Cresce la tensione

gaza, israele, razzi, Sicilia, Archivio

Gli attacchi sulla Striscia di Gaza sono un'aggressione. Lo ha detto il premier egiziano, Hisham Kandil, sottolineando che il mondo deve agire per fermare gli attacchi. L'Egitto "non risparmierà alcuno sforzo" per raggiungere una tregua a Gaza.

Un portavoce militare israeliano ha spiegato che le forze armate israeliane non hanno condotto alcun attacco nella Striscia di Gaza da quando vi è entrato il premier egiziano Hisham Kandil. Secondo il portavoce, Israele è estraneo alla deflagrazione che ha provocato nel campo profughi di Jabalia la morte di due palestinesi. Nelle ultime tre ore - ha precisato - da Gaza sono stati sparati verso Israele una sessantina di razzi. Secondo il sito di al Arabiya, che cita fonti della sicurezza, i raid di Israele sono ripresi dopo poche ore dall'annuncio di un cessate il fuoco.

Non si fermano neanche i razzi palestinesi verso Israele: un razzo anticarro sparato da Gaza ha centrato una jeep utilizzata da giornalisti israeliani mentre si trovava a ridosso della Striscia di Gaza, fra i kibbutz israeliani di Kissufim e Beeri. Il veicolo è stato distrutto, ma non si segnalano vittime. In precedenza, da Gaza una milizia locale aveva annunciato di aver distrutto una jeep dell'esercito israeliano.

Ieri i razzi lanciati dalla Striscia di Gaza hanno bersagliato, dopo 21 anni, anche Tel Aviv, scatenando la violenta risposta dell'esercito israeliano, che ha richiamato 16 mila riservisti (in prevalenza unità di fanteria e del genio). Il bilancio è di 19 vittime palestinesi e 3 israeliane; oltre 200 i feriti nella Striscia.

Il premier egiziano Hisham Kandil, accompagnato da diversi consiglieri e dal ministro della sanità Mustafa Hamed, e' arrivato a Gaza e vi restera' per tre ore. Scopo della missione, è stato spiegato in Egitto, è di esprimere solidarietà ai palestinesi della Striscia e di verificare quali aiuti possano essere più urgenti.

MERKEL E ASHTON PREOCCUPATE PER ESCALATION VIOLENZE - La cancelliera Angela Merkel si è detta "molto preoccupata per l'escalation" di violenza in Medio Oriente. Lo ha detto un suo portavoce oggi a Berlino. Timori anche da parte dell'Alto rappresentante Ue per la politica estera, Catherine Ashton. "Il lancio di razzi da Hamas e da altre fazioni a Gaza che hanno iniziato questa crisi è totalmente inaccettabile per ogni governo e deve fermarsi", si legge in un comunicato della Ashton. 

© Riproduzione riservata

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook