Domenica, 01 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Formigoni s'infuria con la Parodi
INTERVISTA LA7

Formigoni s'infuria
con la Parodi

formigoni, intervista, parodi, Sicilia, Archivio, Cronaca

 

Formigoni s-infuria
con la parodi
Roberto Formigoni si sarebbe infuriato dopo un'intervista a La7 al 'Cristina Parodi live', prendendosela anche con i suoi collaboratori. Secondo quanto si é appreso il governatore si sarebbe adirato per le domande, a suo giudizio non strettamente politiche e non concordate prima. Testimoni hanno raccontato di averlo sentito dire,appena fuori dallo studio dove si era svolta la registrazione, alla sua portavoce 'adesso stai qui e specchi la faccia alla Parodi, e a tutta questa banda, oppure sei licenziata''. L'episodio,stamattina verso le 10,30, è stato riferito da diverse persone che hanno assistito alla scena. Compreso Paolo Limiti che non ha sentito pronunciare la frase perché era a distanza, ma avrebbe visto Formigoni manifestare tutta la sua rabbia. Neppure Cristina Parodi, che era rimasta in studio, si é accorta di nulla. Il programma è in diretta nel pomeriggio, ma l'intervista era stata registrata per impegni di Formigoni. Interpellati i collaboratori del governatore non hanno voluto dire nulla.
Il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni spiega i motivi della sua irritazione, scoppiata dopo l'intervista a La7, e si scusa con la giornalista conduttrice Cristina Parodi e con la propria portavoce Gaia Carretta. "Ho accettato l'invito di Cristina Parodi al suo programma di oggi - spiega Formigoni - ad una sola condizione, che si parlasse di politica nazionale, altrimenti, ho dichiarato, avrei declinato l'invito. Così non è stato e tuttavia non mi sono sottratto a nessuna delle domande che mi sono state poste, benché ad esse abbia già risposto decine di volte. All'uscita dalla registrazione ero dunque profondamente e giustificatamente irritato". "Mi scuso profondamente tuttavia per ciò che è capitato in quei momenti - conclude Formigoni - e per i modi bruschi che ho utilizzato nei confronti della signora Carretta e della signora Parodi, radicalmente diversi tuttavia da quanto alcuni siti stanno descrivendo". (ANSA). 

Roberto Formigoni si sarebbe infuriato dopo un'intervista a La7 al 'Cristina Parodi live', prendendosela anche con i suoi collaboratori. Secondo quanto si é appreso il governatore si sarebbe adirato per le domande, a suo giudizio non strettamente politiche e non concordate prima. Testimoni hanno raccontato di averlo sentito dire,appena fuori dallo studio dove si era svolta la registrazione, alla sua portavoce 'adesso stai qui e specchi la faccia alla Parodi, e a tutta questa banda, oppure sei licenziata''. L'episodio,stamattina verso le 10,30, è stato riferito da diverse persone che hanno assistito alla scena. 

 

Compreso Paolo Limiti che non ha sentito pronunciare la frase perché era a distanza, ma avrebbe visto Formigoni manifestare tutta la sua rabbia. Neppure Cristina Parodi, che era rimasta in studio, si é accorta di nulla. Il programma è in diretta nel pomeriggio, ma l'intervista era stata registrata per impegni di Formigoni. Interpellati i collaboratori del governatore non hanno voluto dire nulla.

Il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni spiega i motivi della sua irritazione, scoppiata dopo l'intervista a La7, e si scusa con la giornalista conduttrice Cristina Parodi e con la propria portavoce Gaia Carretta. "Ho accettato l'invito di Cristina Parodi al suo programma di oggi - spiega Formigoni - ad una sola condizione, che si parlasse di politica nazionale, altrimenti, ho dichiarato, avrei declinato l'invito. Così non è stato e tuttavia non mi sono sottratto a nessuna delle domande che mi sono state poste, benché ad esse abbia già risposto decine di volte. All'uscita dalla registrazione ero dunque profondamente e giustificatamente irritato". "Mi scuso profondamente tuttavia per ciò che è capitato in quei momenti - conclude Formigoni - e per i modi bruschi che ho utilizzato nei confronti della signora Carretta e della signora Parodi, radicalmente diversi tuttavia da quanto alcuni siti stanno descrivendo". (ANSA). 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook