Domenica, 25 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Matrimoni gay, in 1600 dicono sì a Washington
USA

Matrimoni gay, in
1600 dicono sì
a Washington

matrimoni gay, Sicilia, Archivio, Cronaca
matrimoni gay

Due neo-spose, Robin e Danielle, vestite in giacca bianca, e una rosa all'occhiello spiegano: "il nostro rapporto è più forte che mai ora che è anche riconosciuto dallo Stato. E speriamo che un giorno questo succeda in tutto il Paese". Oltre allo Stato di Washington, anche Maine e Maryland anche accettato i matrimoni gay durante il referendum che si è svolto lo scorso 6 novembre, insieme alle elezioni presidenziali. Il matrimonio gay è riconosciuto anche in altri stati degli Usa: Connecticut, Iowa, Massachusetts, New Hampshire, New York. L'entrata in vigore di questa nuova misura nello stato di Washington arriva appena pochi giorni dopo la storica decisione della Corte Suprema valutare il diritto ai matrimoni omosessuali ancora vietati a livello federale ma ora riconosciuti in molti stati. I nove giudici della Corte si riuniranno per la prima volta in marzo per ascoltare le diverse ragioni pro e contro e prendere una decisione attesa prima della fine di giugno.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook