Giovedì, 05 Agosto 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Agrumeti abusivi polemica rovente chiesto risanamento
SIBARI

Agrumeti abusivi
polemica rovente
chiesto risanamento

 Allagamento degli scavi di Sibari, l’indice puntato contro gli agrumeti abusivi sulla foce del fiume Crati. E’ polemica. Oggi, ultima in ordine di tempo a denunciare il caso e chiedere l’adozione di provvedimenti è  Legambiente «La mancata messa in sicurezza del territorio” sostiene  –Andrea Dominijanni, vicepresidente di Legambiente Calabria – è sicuramente una delle cause di questo disastro. Esempio emblematico della dolosa assenza di controllo del territorio, la presenza nel letto del fiume Crati di agrumeti addirittura impiantati già all’epoca dell’alluvione nel 2008, e di altri  di nuova collocazione.” “ Per il rilancio dell’area archeologica occorre un piano di risanamento dell’area a medio e lungo termine e- conclude- ovviamente un adeguato stanziamento delle risorse». Intanto i lavori per il recupero del parco archeologico inizieranno la prossima settimana. E’ quanto assicurato dall’assessore regionale Caligiuri alla sovrintendente ai beni culturali Simonetta Bonomi. In cantiere una serie di interventi programmati fino al prossimo giugno per un investimento di 21 milioni di euro. Risorse previste dal piano di azione e coesione regionale

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook