Venerdì, 24 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Il cellulare compie 40 anni
MOTOROLA

Il cellulare
compie 40 anni

Il 3 aprile del '73 un ricercatore scende in strada a New York e dal suo apparecchio grande come una scarpa chiama il suo rivale: "Alla Motorola ce l'abbiamo fatta, la telefonia cellulare è una realtà". Quel signore è Martin Cooper, il suo diretto rivale è Joe Engel della Bell Labs. Quella prima chiamata 'senza fili' ha cambiato la storia della telefonia e le nostre vite. E si è andati davvero oltre: a breve per telefonare inforcheremo i Google Glass o parleremo con l'iWatch al polso.
Non un telefonino ma un sistema operativo proprio o una schermata dedicata come quella che appare quando si accende il cellulare: sarebbero queste, secondo le ultime indiscrezioni del Wsj, le novità che Facebook presenterà il 4 aprile in California, dopo aver diramato l'invito 'Venite a vedere la nuova casa per Android'. "Ma davvero gli utenti vogliono un sistema operativo più Facebook-centrico sul loro telefonino?", riflette Jan Dawson, analista di tlc, sulle pagine del New York Times. 

Il 3 aprile del '73 un ricercatore scende in strada a New York e dal suo apparecchio grande come una scarpa chiama il suo rivale: "Alla Motorola ce l'abbiamo fatta, la telefonia cellulare è una realtà". Quel signore è Martin Cooper, il suo diretto rivale è Joe Engel della Bell Labs. Quella prima chiamata 'senza fili' ha cambiato la storia della telefonia e le nostre vite. E si è andati davvero oltre: a breve per telefonare inforcheremo i Google Glass o parleremo con l'iWatch al polso.

Non un telefonino ma un sistema operativo proprio o una schermata dedicata come quella che appare quando si accende il cellulare: sarebbero queste, secondo le ultime indiscrezioni del Wsj, le novità che Facebook presenterà il 4 aprile in California, dopo aver diramato l'invito 'Venite a vedere la nuova casa per Android'. "Ma davvero gli utenti vogliono un sistema operativo più Facebook-centrico sul loro telefonino?", riflette Jan Dawson, analista di tlc, sulle pagine del New York Times. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook