Sabato, 25 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Fermati 5 black bloc Roma blindata per 48 ore
CORTEI

Fermati 5 black bloc
Roma blindata per 48 ore

cortei, roma, Sicilia, Archivio, Cronaca

I cinque francesi fermati a Roma durante i controlli ieri sera sono black bloc, veri professionisti del disordine. Due risultano indagati in Francia per terrorismo e altri due avrebbero già partecipato a scontri con i No Tav. I cinque, fermati ieri sera in centro a Roma, erano impegnati in sopralluoghi in uno dei luoghi sensibili che domani sarà interessato dalla manifestazione dei No Tav. Non avevano cellulari probabilmente per non essere intercettati dalle forze dell'ordine.

Disagi con lo sciopero generale di 24 ore dei sindacati di base. Le astensioni riguardano tutti i settori ma sono attesi problemi soprattutto nei trasporti. Situazione difficile a Roma, con la manifestazione nazionale delle organizzazioni che hanno indetto la protesta (Cobas, Cub e Usb) e la città è blindata anche in vista dei cortei No-Tav di domani. A Roma lo sciopero degli autobus e' stato confermato dalle 8.30 alle 17.00 ma è stata revocata la parte finale dalle 20 a fine servizio. Metropolitana in funzione tutta la giornata per consentire la partecipazione alla manifestazione. A Milano protesta dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 a fine servizio. Per i treni l'agitazione e' cominciata ieri alle 21 e terminerà oggi.

"Lo sciopero dei trasporti di oggi è stato un fallimento dal punto di vista sindacale - afferma in una nota il Codacons - considerando la scarsissima partecipazione dei lavoratori, salvo in pochissime città come Torino. In alcune realtà, come ad esempio Milano e la Lombardia, i trasporti sono stati finora più che regolari. Ma, come sempre, ha funzionato l'effetto annuncio, ossia i consumatori hanno dovuto comunque viaggiare con mezzi propri per prevenire il peggio". Secondo l'organizzazione dei consumatori, " uno sciopero privo di senso che però ha finito, comunque, per danneggiare, come al solito, i consumatori , costringendo migliaia di pendolari a viaggiare con i mezzi propri. L'associazione di consumatori ricorda che nel 2012 sono stati proclamati 2.330 scioperi, in crescita circa del 5% rispetto ai 2.229 registrati nel 2011. Per il Codacons, essendo ormai passati 23 anni dall'introduzione della legge sullo sciopero, è giunta l'ora di una sua revisione, ad esempio per inasprire le sanzioni per i trasgressori, che, essendo troppo basse, oggi non rappresentano più un efficace deterrente, oppure per introdurre forme alternative di protesta, come lo sciopero del biglietto, per cercare di danneggiare economicamente in primo luogo il datore di lavoro e non i consumatori, come invece accade oggi. Vanno inoltre riveste ed estese tutte le fasce di rispetto attualmente previste dai codici di autoregolamentazione e dalle regolamentazioni provvisorie.

Fiumicino: cancellati 143 voli - Sono 143, tra arrivi e partenze, i voli cancellati oggi all'aeroporto di Roma Fiumicino a causa dello sciopero generale che interessa anche il comparto aereo, con l'astensione dal lavoro tra gli altri, del personale dell'Enav (dalle 13 alle 17) e del personale delle società Sea e Sea Handling negli scali di Milano Linate e Malpensa (24 ore) e del personale navigante di Alitalia Cityliner (24 ore). Nel dettaglio, risultano soppressi per ora, tra nazionali e internazionali, 60 voli Alitalia in partenza e altrettanti in arrivo. Per quanto riguarda, invece, i vettori battenti bandiera estera, l'easyJet tra arrivi e partenze, ha cancellato 10 collegamenti per Palermo, Amburgo, Parigi e Bristol. Quattro i voli soppressi dalla Lufthansa da e per Francoforte e Dusseldorf e altrettanti dalla British Airways in partenza e arrivo da Londra. Due, infine, i voli cancellati dalla Lot e dalla Swiss da e per Zurigo e Varsavia. Per cercare di ridurre i disagi le compagnie aeree, a quanto si è appreso, già da ieri hanno contattato i passeggeri coinvolti riproteggendoli su altri voli. Il consiglio, comunque, da parte dei vettori, è quello di "verificare lo stato del volo sui siti ufficiali delle singole compagnie aeree". Nello sciopero generale di oggi, che riguarda anche il settore del trasporto aereo, non è coinvolto il personale navigante di Alitalia Cityliner (24 ore). Quest'ultima agitazione, infatti, è stata revocata. L'astensione dal lavoro interessa il personale dell'Enav (dalle 13 alle 17) il personale delle società Sea e Sea Handling negli scali di Milano Linate e Malpensa (24 ore).

Forti disagi a Roma per gli autobus: secondo i dati Usb, le adesioni hanno raggiunto l'80% provocando lunghe attese alle fermate. La metropolitana e' stata esentata dallo sciopero per consentire l'arrivo alla manifestazione dei partecipanti ma la linea Lido e' chiusa. E' attiva ma con forte riduzione di corse la linea Termini Giardinetti.

 A Bologna fermi bus, ma niente caos -In attesa dei primi numeri, per il momento, non sembra registrarsi, a Bologna, particolare confusione per lo sciopero dei mezzi di trasporto indetto a livello nazionale dai sindacati di base Usb, Cobas e Cub. Sul fronte ferroviario - la protesta iniziata dalle 21 di ieri è in programma fino alle 21 di questa sera - le 'Frecce', viaggiano regolarmente. Sostanzialmente regolare - a quanto appreso - la circolazione dei convogli a lunga percorrenza mentre per quanto riguarda i collegamenti regionali, al momento, non si sono registrati problemi: nel trasporto locale, come previsto dalle normative vigenti, sono garantiti i servizi nelle fasce orarie 6-9 e 18-21. Gli autobus e le tratte ferroviarie di Tper si sono fermati dalle 8.30 e resteranno fermi sino alle alle 16.30. Per i mezzi urbani, suburbani ed extraurbani del bacino di Bologna sono garantite solamente le corse dal capolinea centrale verso periferia, e viceversa, con orario di partenza fino alle 8.15 al mattino e fino alle 19.15 alla sera.

A Napoli 20% adesioni all'Anm, cancellati 10 voli - Disagi limitati, stando ai dati diffusi dalle aziende di trasporto, per lo sciopero dei sindacati di base in Campania dove da tempo, però, si registrano soppressioni e ritardi a causa della crisi del settore. La media delle adesioni raggiunge il 20% all'Anm, l'Azienda napoletana mobilità. La maggior parte dei lavoratori che partecipa allo sciopero si trova nei grandi depositi di autobus di via Nazionale delle Puglie e Cavalleggeri d'Aosta - con punte del 30% - mentre più bassa è l'adesione dei dipendenti del servizio filobus dove la media non supera il 15%. All'aeroporto di Capodichino sono stati cancellati 10 voli in partenza e 10 in arrivo per effetto della protesta dei controllori di volo iscritti all'Usb. La cancellazione era stata comunicata già in tempo ai passeggeri alla luce dell'annuncio della sigla sindacale. I voli sono per destinazioni nazionali. La protesta, in programma dalle 13 alle 17, potrebbe avere conseguenze come ritardi sui voli previsti in quella fascia. La situazione in aeroporto, riferiscono alla Gesac, la società che gestisce lo scalo, è tranquilla. Per quanto riguarda le linee Eav, l'azienda riferisce che non vi sono aderenti al sindacato promotore dello sciopero nella Circumvesuviana e nella linea Metrocampania Nord Est. Per quanto riguarda l'ex Sepsa, e quindi la Cumana e la Circumflegrea al primo turno su 12 persone, 3 capitreno hanno scioperato. Nessuna corsa saltata per effetto dello sciopero. Metronapoli segnala che è regolare il funzionamento delle quattro funicolari cittadine e della linea 1 collinare. Un'ulteriore verifica sarà condotta al cambio turno. Fino a questo momento risulta regolare la circolazione dei treni della linea 2 della Metropolitana

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook