Venerdì, 06 Agosto 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Lunedì nero nei trasporti caos da Nord a Sud
SCIOPERO NAZIONALE

Lunedì nero nei trasporti
caos da Nord a Sud

sciopero dei trasporti, Sicilia, Archivio, Cronaca

Lunedì nero per il traffico a Torino. E' scattato alle 9, dopo il rispetto della prima fascia di garanzia, lo sciopero di 24 ore indetto dai sindacati per protestare contro la vendita del 49% di Gtt, il Gruppo Trasporti Torinese. Sette i cortei dei dipendenti dell'azienda del trasporto pubblico. Il più numeroso è partito dal deposito di corso Tortona, zona nord della città. Raggiungerà il Municipio, dove oggi inizia la discussione della delibera per la cessione delle quote Gtt

sciopero a Napoli, disagi e servizi fermi Stop Circum, Metrocampania e Sepsa- Disagi, a Napoli, per lo sciopero del trasporto pubblico: completamente fermo il servizio delle aziende del gruppo Eav, ovvero Circumvesuviana, Sepsa e Metrocampania; a terra gli utenti dell'area flegrea e vesuviana. Regolare, invece, il servizio garantito dalle linea 1 della metropolitana e l'apertura a partire dalle ore 10,40 della funicolare di Montesanto, assieme al funzionamento già previsto della linea 2 della metro. Si registrano, invece, vari problemi per i mezzi su gomma dell'Anm.

Un corteo rumoroso e colorato, formato da circa duecento persone, è arrivato davanti al Municipio di Torino per protestare contro la vendita da parte dell'amministrazione comunale del 49% di Gtt, l'azienda del trasporto pubblico locale. "Siamo qui - dice Leonardo Locci dell'Usb, tra i promotori della manifestazione - per ribadire che il sindaco Fassino ci ha presi in giro e prende in giro anche la città, perché la cessione del Gtt ai privati significherebbe un aumento e non una diminuzione dei costi per il cittadino". Palazzo di Città è presidiata da un ingente dispiegamento di forze dell'ordine, ma al momento la protesta si sta svolgendo in modo pacifico. Tante le bandiere dei sindacati e i cartelli, tra cui "No allo sterminio del trasporto pubblico", con il sindaco Fassino raffigurato nelle vesti di Hitler. I manifestanti, in prevalenza dipendenti Gtt, hanno invece chiesto a un gruppo di militanti di Rifondazione comunista, che avevano raggiunto il presidio con le bandiere del partito, di allontanarsi.

A Milano è iniziato alle 8.45, come annunciato, lo sciopero nazionale del trasporto pubblico locale di 4 ore, che si protrarrà fino alle 12.45. Lo comunica Atm, spiegando che il servizio delle linee metropolitane è stato gradualmente sospeso e che sono possibili riduzioni delle corse anche per bus e tram.

La protesta a Roma e' scattata alle 8.30. I lavoratori resteranno con le braccia conserte fino alle 12.30. La protesta coinvolge Atac, Roma Tpl e Cotral, con conseguenti ripercussioni sul traffico non solo cittadino ma anche in periferia. Al momento le linee della metropolitana sono entrambe aperte, così come la ferrovia Roma-Giardinetti. Chiuse invece la Roma-Lido e la Roma-Nord. Possibili cancellazioni di corse e linee per bus, filobus e tram. Sono invece aperte le zone a traffico limitato. Particolarmente intasate le strade consolari, prese d'assalto dai pendolari che stanno raggiungendo il posto di lavoro.

MILANO Quattro studenti con striscioni hanno interrotto dalla tribuna del pubblico i lavori del Consiglio regionale della Lombardia, protestando ''contro i soldi alle scuole private e i tagli alla scuola pubblica''. I ragazzi con un paio di insegnanti stanno urlando contro i consiglieri regionali, mentre all'esterno è in corso il corteo di protesta. La seduta non è ancora ripresa.

tafferugli davanti sede Regione Lombardia a Milano - Momenti di tensione e un breve contatto con le forze dell'ordine, che hanno effettuato una 'carica di alleggerimento', si sono verificati poco dopo le 11 nei pressi della Regione Lombardia, a Milano. Secondo quanto riferito dalla Questura gli studenti hanno cercato di entrare negli uffici istituzionali dal lato di via Fabio Filzi lanciando contemporaneamente uova e vernice ma sono stati respinti

Tinta di rosso fontana piazza Cairoli a Milano  Prima di arrivare alla sede del Consiglio regionale lombardo, la Rete Studenti Milano ha colorato di rosso la fontana di piazza Cairoli, da cui intorno alle 10 è partito il corteo, per simboleggiare 'il dissanguamento della scuola pubblica', come spiegato in uno striscione. Lo ha confermato la Polizia municipale precisando che al momento non si conoscono le entità dei danni

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook