Giovedì, 30 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Justin Bieber in cella dopo "bravata" in auto
MIAMI

Justin Bieber in cella
dopo "bravata" in auto

Justin Bieber finisce in cella la sua ennesima 'notte brava', stavolta a Miami. Ma il cantante canadese, sta al fresco solo per una manciata d'ore, visto che il giudice, Joseph Farina e' stato magnanimo e l'ha rilasciato grazie a una cauzione di appena 2500 dollari. Questo biondino 19enne, idolo delle ragazzine di tutto il mondo, e' stato fermato a bordo di una Lamborghini gialla, affittata per 1800 dollari al giorno, alle 4 di mattina, in stato confusionale, mentre correva a 100 all'ora in una zona residenziale della citta', facendo a gara con altri due amici a bordo di altri bolidi. In America queste corse semiclandestine si chiamano 'drag racing'. La dinamica e' quella classica della bravata di un ragazzo troppo ricco e troppo famoso per la sua eta'.

 E ricorda molto da vicino le ultime imprese di Lindsay Lohan, un'altra stella che fa parlare molto di se' piu' per le sue follie, che per i suoi film. Dopo aver passato la serata in discoteca, alcuni amici del cantante hanno deciso di bloccare il traffico in una strada, con i loro Suv. Quindi Bieber sulla sua Lamborghini gialla, un suo amico, anche lui cantante, Khalid Sharief, su una Ferrari, e un terzo a bordo di un'altra Lamborghini, ma rossa, hanno improvvisato una specie di gran premio notturno. Ovviamente, la polizia non ci ha messo moltissimo a fermare l'allegra brigata. E come capita in questi casi il verbale e' patetico. ''Perche' m'avete fermato, venivo da un concerto, non ho fatto niente'', ha protestato mentendo Bieber, evidentemente alterato. Quindi, sempre piu' arrabbiato, dopo aver urlato un paio di imprecazioni nei confronti degli agenti, ha professato la sua innocenza: ''Non ho delle armi con me, non avete il diritto di perquisirmi''. Ma subito dopo, s'e' calmato ed e' uscito dalla macchina, mani in alto e senza opporre piu' alcuna resistenza. Subito il test dell'alcol che pero', malgrado le notizie iniziali, non era particolarmente grave, entro i limiti previsti dalla legge della Florida.

 Tuttavia, lo stesso Bieber ha subito ammesso di aver fumato marijuana, bevuto birra, prima di mettersi alla guida. Oltre ad aver preso qualche pillola e ad avere la patente scaduta. Reati minori, che pero' legati alla resistenza al pubblico ufficiale e alla velocita' folle in piena citta' hanno fatto scattare l'arresto. La notizia ha tenuto banco per tutto il giorno su ogni tv o sito web in America. Probabilmente, dopo il pagamento della cauzione, ci sara' un supplemento d'indagine. Intanto, sui social network per ore ha impazzato la sua foto in arresto, il classico 'mugshot', un must per ogni star dello show business che si rispetti. E tanti, tra i suoi quasi 49 milioni di followers su Twitter, hanno temuto che in seguito a questa bravata il loro idolo potesse essere espulso dal Paese. Ipotesi per ora scongiurata, per il sollievo dei suoi fans.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook