Lunedì, 18 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Ok a matrimonio gay nello stato civile
SENTENZA A GROSSETO

Ok a matrimonio gay
nello stato civile

Il tribunale di Grosseto ha ordinato al Comune ''di trascrivere nei registri di stato civile il matrimonio'' fra due uomini, italiani, celebrato con rito civile nel dicembre 2012 a New York. Secondo il giudice, nel codice civile ''non è individuabile alcun riferimento al sesso in relazione alle condizioni necessarie'' al matrimonio.

Finalmente a una coppia di persone dello stesso sesso è stato riconosciuto in Italia il matrimonio contratto all'estero: esulta, Aurelio Mancuso, alla notizia che il Tribunale di Grosseto ha ordinato al Comune di trascrivere nei registri di stato civile il matrimonio di una coppia di uomini che si era sposata in Usa. "Per la prima volta in Italia - afferma il presidente di Equality Italia e storico esponente della comunità omosessuale italiana - un Tribunale ha accolto la richiesta da parte di una coppia gay (che si è sposata a New York il 6 dicembre 2012) di trascrivere nei registi dello Stato Civile il proprio matrimonio. Assistiti dall'avvocato Claudio Boccini, i due cittadini di Grosseto, hanno ottenuto ciò che fino ad oggi è sempre stato negato dai Comuni e dai Tribunali: veder riconosciuto il loro status di coppia sposata in uno Stato estero".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook