Venerdì, 22 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Prostitute minorenni: chiesti 16 anni per Ieni
ROMA

Prostitute minorenni:
chiesti 16 anni per Ieni

La Procura di Roma ha chiesto una condanna di 16 anni e mezzo per Mirko Ieni ritenuto il promotore del giro di prostituzione che ha coinvolto due ragazzine a Roma in un appartamento ai Parioli.

Il processo ai primi otto imputati per il giro di prostituzione minorile che ha coinvolto due ragazzine a Roma si svolge col rito abbreviato. Questo rito, alternativo a quello ordinario, consente, in caso di condanna, di beneficiare dello sconto di un terzo della pena. Oltre a Ieni, alla madre della ragazzina e a Sammarone alla sbarra ci sono anche Nunzio Pizzacalla, ritenuto anche lui promotore del giro, i clienti Michael De Quattro, Riccardo Sbarra, Marco Galluzzo, Francesco Ferraro.

Il procuratore aggiunto Maria Monteleone ha chiesto anche la condanna a sei anni per la madre di una delle minorenni e otto mesi per il cliente Gianluca Sammarone. La madre della ragazzina è accusata di sfruttamento della prostituzione.

Un "soggetto dalla capacità criminale pericolosa". Così il procuratore aggiunto di Roma Maria Monteleone ha tratteggiato la figura di Mirko Ieni, l'uomo accusato di essere stato il promotore di un giro di prostituzione che ha coinvolto anche due minorenni. Nel chiedere al gup Costantino De Robbio la condanna di Ieni a 16 anni e 6 mesi di reclusione, oltre a 50 mila euro di multa, il rappresentante dell'accusa ha usato toni molto duri nei confronti dell'imputato. Una persona - ha sottolineato la Monteleone - che "non esitava a dare droga ed a far prostituire donne con le quali aveva a che fare". Tra l'altro il magistrato ha citato un'intercettazione telefonica nella quale Ieni, parlando delle due minorenni, dice: "ho due str.. che mi fanno guadagnare 600 euro al giorno". Il procuratore aggiunto Montelone, prima di cedere la parola alla collega Cristiana Macchiusi per la conclusione delle richieste di condanna, ha infine sollecitato la pena di quattro anni di reclusione, più tremila euro di multa, per l'imprenditore Marco Galluzzo, accusato di aver ceduto cocaina in cambio di prestazioni sessuali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook