Giovedì, 29 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Colpo all’Euronics, braccati di notte e arrestati
CAPO D'ORLANDO

Colpo all’Euronics, braccati di notte e arrestati

C’e’ voluta tutta la notte ma all’alba la caccia all’uomo dei carabinieri si è conclusa con l’arresto di tutti e quattro i presunti componenti la banda che nelle prime ore della notte aveva rubato numerose decine di telefonini smartphone dall’Euronics di contrada Malvicino di Capo d’Orlando. Le manette sono scattate ai polsi di Salvatore Spina, 38 enne, Salvatore Casisa, 22 enne e Salvatore Finocchio, 22 enne, già “noti”, e di Filippo Quartararo, 20 enne fino a ieri incensurato. Per tutte e quattro i palermitani, arrestati in flagranza di reato, l’accusa è di furto aggravato e compariranno presto per la convalida dell’arresto davanti al Tribunale di Patti. E’ stata una notte veramente movimentata per decine di persone che abitano nella contrada Malvicino, borgata che i carabinieri del Nucleo radiomobile della Compagnia di Sant’Agata di Militello, coadiuvati dai colleghi delle stazioni di Capo d’Orlando e dintorni, hanno circondato subito dopo la chiamata al 112 di un cittadino che segnalava l’avvenuta effrazione di una delle vetrine dell’Euronics. Nonostante l’arrivo inaspettato dei carabinieri però i quattro presunti ladri sono riusciti ad arraffare 146 smartphone per un valore di 60.000 euro ed a dileguarsi a piedi nelle campagne circostanti. Braccati per tutta la notte da un cordone di carabinieri che si estendeva sino a mare, alla prime luci dell’alba i quattro giovani, stremati, si consegnavano ai militari dell’arma che recuperavano anche i telefonini. Le indagini condotte dal Comando dei Carabinieri di Sant’Agata di Militello continuano perché si cerca di capire se abbiano avuto l’apporto di un basista della zona. Molto probabilmente il negozio di Malvicino era stato scelto come obiettivo perché vicino allo svincolo autostradale di Rocca dell’autostrada Messina-Palermo e quindi avrebbe potuto offrire una via di fuga. I quattro sarebbero giunti a Capo d’Orlando con due auto che avrebbero parcheggiato nei pressi dell’Euronics per caricare la merce rubata. L’arrivo inaspettato dei carabinieri avrebbe impedito loro di utilizzare le auto inducendoli alla fuga a piedi per i viottoli dei giardini della zona di Malvicino. Ultimamente Capo d’Orlando è stata al centro di parecchi furti ma era da tempo, però, che non venivano presi di mira negozi e supermercati. Gli ultimi colpi sono stati commessi proprio nel centro storico della città paladina dove sono state prese di mira alcune gioellerie. Nonostante fossero munite di videosorveglianza, di quei ladri non vi è ancora notizia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook