Martedì, 26 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Alitalia: firmato accordo con Etihad
ROMA

Alitalia: firmato accordo con Etihad

L'Ad di Alitalia, Gabriele Del Torchio, e il Ceo di Etihad, James Hogan, hanno firmato il contratto dell'accordo tra le due compagnie. L'accordo è subordinato all'approvazione da parte delle autorità europee.

L'assemblea degli azionisti di Alitalia ha approvato l'aumento di capitale da 300 milioni. Lo ha confermato l'ad della compagnia Gabriele Del Torchio uscendo dalla sede di Alitalia dopo l'assemblea che è durata poco meno di due ore. "E' tutto fatto, continuiamo a lavorare", ha detto.

"Poste c'è, tranquilli". Così il cfo di Poste Luigi Calabria al termine dell'assemblea degli azionisti, parlando dell'investimento della società pubblica in Alitalia. "Poste c'è con 75 milioni - ha confermato Calabria - di cui 25 milioni nel prestito ponte e 50 successivamente".

Lupi: 'Allerta continua, ad ora disagi minimi' - "Ribadisco con forza: tolleranza zero. Non sono accettate e comprensibili" proteste con "scioperi bianchi o certificati di malattia falsi, che tra l'altro sarebbero un reato". Così il ministro Maurizio Lupi interpellato al Senato. "A Fiumicino stamattina si segnalano disagi minimi" ma "l'allerta resta continua e l'appello alla responsabilità assoluto".

Bagagli in giacenza saranno smaltiti entro domenica - Entro domenica prossima, se non dovessero verificarsi ulteriori azioni di protesta da parte dei addetti ai servizi di terra della compagnia Alitalia, dovrebbero essere smaltiti le migliaia di bagagli accumulati dalla scorsa domenica come conseguenza delle agitazioni spontanee del personale Alitalia. Lo indicano fonti aeroportuali. Nello scalo romano, infatti, grazie anche alla task force di 200 unità messa a disposizione dalla società di gestione, Aeroporti di Roma nonostante le operazioni di handling non rientrino nelle aree di propria competenza, le parecchie migliaia di bagagli in giacenza nell'area denominata &ldquoAvio 3&rdquo vengono caricate su alcuni container &ndash si stima circa 4000 valige al giorno - per essere poi trasferite a bordo di tir e successivamente restituite ai passeggeri penalizzati dalla protesta.

Procura apre fascicolo su caos bagagli - La Procura della Repubblica di Roma ha aperto un fascicolo d'inchiesta sulla vicenda dei bagagli bloccati nell'aeroporto di Fiumicino. Al momento non sono ipotizzati reati, ma l'attività di monitoraggio degli inquirenti è diretta a verificare l'evolversi della situazione e ad individuare eventuali reati. Nel fascicolo, secondo quanto si è appreso, sono destinati a confluire tutti gli esposti presentati da associazioni di utenti e di cittadini su quanto sta accadendo nell'aeroporto della Capitale e sulle ricadute delle agitazioni in atto sui singoli passeggeri e sulla collettività. L'attenzione della Procura sarà concentrata anche sull'ipotesi dell'invio in massa di certificati medici da parte di dipendenti in stato di agitazione per giustificare l'assenza dal lavoro nel periodo caldo di ferragosto o per sottrarsi ad eventuali precettazioni. Una ipotesi, quest'ultima, che imporrebbe controlli rigorosi sui certificati medici e sulle modalità del loro rilascio per perseguire possibili abusi e falsi. La decisione di aprire il fascicolo è stata presa dal procuratore Giuseppe Pignatone e dall'aggiunto Nello Rossi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook