Sabato, 24 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio L’eruzione dello Stromboli ipnotizza turisti e studiosi
EOLIE

L’eruzione dello Stromboli ipnotizza turisti e studiosi

È la colata più significativa degli ultimi anni, dopo quella del 2001. Quattro bracci, ben alimentati che scendono dalla Sciara del Fuoco finiscono in mare. Uno spettacolo straordinario, unico che affascina non solo i turisti che si riversano sull’isola a flotte ma incanta il Mondo grazie alle immagini diffuse dal web. Lo Stromboli non si smentisce e la parte spettacolare prevale rispetto alla mera cronaca scientifica che vuole che la lava fuoriesca da una nuova bocca eruttiva, apertasi a quota 650 metri. L’ingresso della lava in mare è accompagnato da un intenso rilascio di vapore acqueo. Quasi contestualmente all’apertura di questa nuova bocca si è registrato il collasso del cratere che si era creato a luglio. Non c’è allarme ma la prevenzione è d’obbligo. La Protezione civile ha chiesto all’Invg e all’ Università di Firenze di intensificare il monitoraggio. Nel frattempo, il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni ha ordinato la sospensione delle escursioni ad alta quota. Turisti e residenti possono, invece, senza alcun problema, raggiungere l’area posta a quota 400. Ovviamente l’eru - zione sta calamitando l’atten - zione dei turisti ma anche dei residenti. Il tratto di mare antistante la Sciara, ben sorvegliato dalle forze dell’ordine che impediscono l’accesso a chiunque ad una distanza minore di 300 metri, è diventato meta di un autentico pellegrinaggio di yacht, vaporetti provenienti sia dalle altre isole dell’Arcipelago che dalla costa siciliana e calabrese. Ieri ha fatto tappa anche una nave da crociera. È preannunciato anche l’arrivo di studiosi, giornalisti e fotoreporter da tutto il mondo. «L'attività di monitoraggio è particolarmente accurata e al momento non ci sono pericoli per persone e cose. Tra l’altro questo è uno dei vulcani più controllati nel mondo e dunque siamo tranquilli», ha detto il sindaco Giorgianni. «Certo si tratta di attività naturali ed esistono dei rischi anche non prevedibili per questo è stata rafforzata la presenza di uomini della Protezione civile e delle forze dell’or - dine. Non stiamo sottostimando il caso, la mia prima esigenza è salvaguardare l'incolumità delle persone ma non si deve estremizzare con messaggi allarmistici una situazione che è sotto controllo soprattutto in un periodo di affluenza massima sull'isola come agosto. In questo momento infine per avere tutto sotto controllo stiamo monitorando il numero di persone che sbarcano e vanno via per avere sempre presente il numero delle presenze».

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook