Lunedì, 18 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Incidente stradale morti parenti di Papa Francesco
CITTA' DEL VATICANO

Incidente stradale
morti parenti di
Papa Francesco

papa francesco, Sicilia, Archivio, Cronaca
Tre parenti di Papa Bergoglio, la moglie di un nipote e due suoi figli piccoli, sono morti oggi in un incidente stradale avvenuto nella Provincia di Cordoba, a circa 550 chilometri a nord di Buenos Aires. Secondo i primi accertamenti, l' incidente è avvenuto alla mezzanotte e mezza locale (le 4.30 del mattino in Italia) vicino alla località di James Craik, sull'autostrada che unisce le città di Rosario e Cordoba, due delle principali città dell'interno, mentre la famiglia rientrava da un lungo fine settimana. A quanto pare, il conducente del veicolo, Emanuel Bergoglio, di 38 anni - che secondo l'agenzia locale Diarios è nipote di Papa Francesco - ha tamponato un camion carico di mais. Il Papa - a quanto si è appreso - è stato informato con un telegramma nelle prime ore di questa mattina.
Nell'impatto sono morti la moglie di Emanuel Bergoglio, Valeria Carmona, di 36 anni, e uno dei suoi figli, José Bergoglio, di appena otto mesi.
L'altro figlio, di due anni, è morto poco dopo in ospedale. Emanuel Bergoglio, nipote del Papa, è ricoverato in gravi condizioni all'ospedale Pasteur di Villa Maria, località in provincia di Cordoba. L'autista del camion, Raul Pombo, ha dichiarato alla stampa locale di avere avvertito l'urto mentre stava guidando e che di essersi fermato circa 200 metri più avanti.
"Il Papa è stato informato del tragico incidente avvenuto in Argentina ad alcuni suoi familiari, ne è profondamente addolorato. Chiede a tutti coloro che partecipano al suo dolore di unirsi a lui nella preghiera". Lo ha riferito padre Federico Lombardi. (ANSA)

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook