Domenica, 05 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Scontri a Milano e Torino Roma, cariche su movimenti
SCIOPERO GENERALE

Scontri a Milano e Torino
Roma, cariche su movimenti

sciopero generale, Sicilia, Archivio, Cronaca

Sono ancora in piazza Galeno, a Roma, i militanti dei Movimenti per la Casa dopo lo sgombero dell'edificio alle spalle del policlinico Umberto I che avevano occupato in tarda mattinata. La piazza è stata chiusa al traffico per metà ed il traffico in zona è bloccato. Forti disagi sia in direzione viale Regina Margherita e su via Nomentana.

Cariche delle forze dell'ordine davanti lo stabile occupato dai Movimenti per la casa a Roma nei pressi del Policlinico Umberto I. Le forze dell'ordine in tenuta antisommossa hanno respinto i manifestanti radunati all'esterno verso la piazza. Dall'edificio gli occupanti hanno lanciato in strada diverse bombe carta. Le forze dell'ordine in tenuta antisommossa sono entrate nello stabile occupato oggi dai Movimenti per la casa a Roma. Al primo piano sono stati rotti i vetri di una finestra. Intanto i manifestanti, dopo la carica, si sono radunati in Piazza Galeno esponendo uno striscione 'Milano resiste Roma insiste'. 

Momenti di tensione a Milano quando il corteo dello sciopero sociale, con moltissimi studenti, è arrivato in piazza Duca d'Aosta davanti al Pirellone, sede del consiglio regionale. Sono stati esplosi alcuni petardi e lacrimogeni. La polizia ha caricato i manifestanti con i manganelli. Una ventina di ragazzi vestiti da Babbo Natale ha scavalcato la recinzione del grattacielo Pirelli e intanto altri hanno iniziato a lanciare alcuni oggetti come pacchi di Natale, forbici di cartone e bottiglie. Le forze dell'ordine hanno reagito, sparando lacrimogeni e caricando gli studenti.

Cgil condanna episodi violenza - La Cgil condanna con estrema fermezza gli episodi di violenza che si sono registrati oggi a Torino e Milano, specificando che quanto avvenuto non è in alcun modo associabile alle pacifiche manifestazioni che si sono svolte in tutta Italia in occasione dello sciopero generale di Cgil e Uil. Lo si legge in una nota del sindacato. La Cgil ''invita, quindi, a distinguere bene quanto accaduto, per evitare che alla protesta dei tanti che sono scesi in piazza possa essere associata la violenza di pochi, che nulla hanno a che vedere con i lavoratori di Cgil e Uil che hanno pacificamente manifestato per esprimere la loro legittima protesta nei confronti delle scelte sbagliate di questo Governo''.

In Lombardia adesioni al 70% con punte al 100% - Una "bellissima giornata" con "due piazze come da tempo non si vedevano e una partecipazione altissima allo sciopero, con una media del 70% e punte del 100% ai cortei". E' il commento del segretario generale della Cgil della Lombardia Elena Lattuada e del suo omologo Uil Danilo Margaritella, che hanno guidato rispettivamente il corteo sfociato in Piazza della Loggia a Brescia e in piazza del Duomo a Milano. "Tanti lavoratori e lavoratrici, giovani e pensionati hanno sfilato pacificamente - commentano i due sindacalisti - consegnando al Governo un messaggio chiaro: così non va".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook