Sabato, 23 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Il pentito Galatolo: Di Matteo andava eliminato
TRATTATIVA STATO-MAFIA

Il pentito Galatolo:
Di Matteo andava eliminato

stato mafia, Sicilia, Archivio

PALERMO, 7 MAG - "In due lettere Messina Denaro ci chiese di fare un attentato al pm Nino Di Matteo perché si era spinto troppo avanti nel processo sulla trattativa Stato-mafia". L'ha detto in aula il pentito Vito Galatolo. Il piano è del 2012. "L'artificiere non era di Cosa nostra e capimmo che dietro al piano soggetti c'erano estranei alla mafia, apparati dello Stato, come nelle stragi del '92". Il magistrato, intervistato da Radio rai, oggi ha detto che la politica non recide i rapporti con Cosa nostra.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook