Sabato, 16 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Il Volo pronto a conquistare l'Europa
VIENNA

Il Volo pronto
a conquistare l'Europa

 "Siamo un po' nervosi, ma faremo del nostro meglio, anche perché restiamo convinti che il nostro sia il genere più adatto per rappresentare l'Italia all'estero". Nel "frullatore" delle prove dell'Eurovision Song Contest, che oggi sul palco di Vienna, davanti a un pubblico potenziale di 200 milioni di persone, vedrà Il Volo puntare dritto alla conquista dell'Europa con il brano Grande amore con cui ha trionfato a Sanremo, Gianluca Ginoble racconta così, al telefono con l'ANSA, le ansie della vigilia.

"Sicuramente - ammette - non sarà facile: ci sono tanti artisti, tante belle voci, tante canzoni di impatto. Ma la nostra forza - aggiunge - è proprio nell'essere diversi da tutti gli altri". Ambasciatori del belcanto in tutto il mondo, vengono dati tra i favoriti: "Non ci sarà l'orchestra sul palco perché all'Eurovision la musica non è dal vivo", spiega Piero Barone. "Altri partecipanti punteranno su ballerini, scenografie. Noi abbiamo scelto di scommettere tutto sull'eleganza e sugli effetti luminosi che accompagneranno la nostra esibizione". Obiettivo, ribadiscono Gianluca, Piero e Ignazio Boschetto, "è fare arrivare il nostro genere musicale, quello che a vent'anni abbiamo avuto il coraggio di cantare, negli iPod dei nostri coetanei". E se l'anno scorso ha trionfato la drag quenn austriaca Conchita Wurst, un' eventuale vittoria del Volo non sarà segno di restaurazione: "La musica - sottolineano - non conosce prevenzioni, non vuole steccati".

All'Eurovision Song Contest sono arrivati di diritto dopo la vittoria all'Ariston, forti del plebiscito del televoto nonostante qualche mugugno della critica, proprio con Grande amore, contenuto nell'album Sanremo Grande amore (Sony) che è doppio disco di platino. Ma ai palchi internazionali sono abituati da anni, nonostante l'età: primi italiani nella storia a sottoscrivere un contratto con la major americana Geffen, unici artisti italiani invitati da Quincy Jones al "We Are The World for Haiti" insieme a 80 star internazionali, un disco di debutto che ha conquistato il platino in Italia ed è entrato in una sola settimana nella Top 10 di "Billboard 200" dedicata agli album più venduti negli Stati Uniti, milioni di copie vendute su scala mondiale, due nomination ai Latin Grammy Awards come "Best new artist" e "Best pop album by a duo or group with vocal", tournée e live in tutto il mondo, esibizioni nei più importanti show ("Tonight Show", "American Idol e "Ellen De Generes Show" per citarne alcuni), numerose collaborazioni con star internazionali (tra cui Barbara Streisand), vincitori del Latin Billboard Award come "Miglior artista dell'anno Duo/Gruppo interprete di album latino". E dopo Vienna li aspetta il tour: il debutto il 12 giugno a Locarno, poi 17 date italiane, da Roma (22-23-24 giugno) a Palermo (26 agosto), per finire all'Arena di Verona il 21 settembre.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook