Mercoledì, 17 Ottobre 2018
BEFFATO IL MILAN

Calciomercato: l'Inter
vince il derby Kondogbia

 

Kondogbia ha scelto l'Inter e il
club nerazzurro vince il derby di mercato col Milan. Una sfida a
suon di rilanci, in cui alla fine a spuntarla sono stati il dg
Marco Fassone e il ds Piero Ausilio con un decisivo blitz a
Montecarlo, complice la telefonata fatta da Roberto Mancini al
giocatore. Il centrocampista del Monaco firma un quinquennale da
4 milioni più bonus a stagione, anche se le cifre devono ancora
essere ufficializzate. Al club del Principato andranno
probabilmente 35 milioni di euro più 3 di bonus. Un colpo
importante, il più costoso dell'era Thohir, il secondo nel
complesso della storia dell'Inter: più di Ronaldo, Diego Milito
e Ibrahimovic. Solo per Christian Vieri (90 miliardi di lire)
l'ex patron Massimo Moratti aveva speso di più, superato di un
soffio l'acquisto di Crespo a 36 milioni. L'Inter si assicura
così il terzo rinforzo di questa finestra di mercato. Dopo
Murillo e Miranda, con Kondogbia arriva anche l'innesto a
centrocampo. A questo punto, però, non è da escludere una
cessione illustre, magari di Kovacic, che possa garantire al
club nerazzurro una consistente plusvalenza. 
   Il Milan dovrà ora rivedere i suoi piani. Adriano Galliani,
che aveva lasciato in mattinata il Principato, non è riuscito a
trovare l'accordo definitivo con il giocatore e con il Monaco.
Un sostanziale passo falso dell'ad rossonero. Ed è forte la
delusione dei tifosi che si sfogano sui social con qualche
sfottò all'indirizzo del dirigente. Il nome di Kondogbia era
stato indicato dal presidente Berlusconi e dal nuovo tecnico
Mihajlovic nella cena di martedì sera ad Arcore. E l'ad si era
subito recato a Monaco per incontrare il giocatore e il suo
entourage. Una lunga cena durata fino a notte fonda che aveva
avvicinato notevolmente le parti. Poi, però, l'Inter ha ripreso
il corteggiamento al centrocampista e anche Roberto Mancini si è
speso contattando direttamente il giocatore. Il derby si è
acceso, Galliani è tornato a Monte Carlo ieri sera per provare a
bruciare sul tempo il club nerazzurro, ma Ausilio e Fassone non
sono stati da meno e hanno raggiunto anche loro il Principato.
   L'offerta messa sul piatto dall'Inter ha convinto il
centrocampista e l'ad rossonero non può che registrare l'esito
negativo della trattativa concentrandosi su altri obiettivi.
Perché anche l'operazione Jackson Martinez potrebbe complicarsi.
Il colombiano non ha ancora effettuato le visite mediche essendo
impegnato in Cile per la Coppa America e quindi non c'è ancora
nessuna firma che ufficializzi l'acquisto dell'attaccante. Nelle
ultime ore dalla Spagna si fa insistente la voce di un
interessamento dell'Atletico Madrid che, dopo la cessione di
Mandzukic alla Juventus, si sta muovendo sul mercato. Il Milan
deve quindi ancora una volta guardarsi dalla concorrenza se
vorrà regalare a Mihajlovic i primi rinforzi.

Kondogbia ha scelto l'Inter e il club nerazzurro vince il derby di mercato col Milan. Una sfida a suon di rilanci, in cui alla fine a spuntarla sono stati il dg Marco Fassone e il ds Piero Ausilio con un decisivo blitz a Montecarlo, complice la telefonata fatta da Roberto Mancini al giocatore. Il centrocampista del Monaco firma un quinquennale da 4 milioni più bonus a stagione, anche se le cifre devono ancora essere ufficializzate. Al club del Principato andranno probabilmente 35 milioni di euro più 3 di bonus. Un colpo importante, il più costoso dell'era Thohir, il secondo nel complesso della storia dell'Inter: più di Ronaldo, Diego Milito e Ibrahimovic. Solo per Christian Vieri (90 miliardi di lire) l'ex patron Massimo Moratti aveva speso di più, superato di un soffio l'acquisto di Crespo a 36 milioni. L'Inter si assicura così il terzo rinforzo di questa finestra di mercato. Dopo Murillo e Miranda, con Kondogbia arriva anche l'innesto a centrocampo. A questo punto, però, non è da escludere una cessione illustre, magari di Kovacic, che possa garantire al club nerazzurro una consistente plusvalenza. Il Milan dovrà ora rivedere i suoi piani. Adriano Galliani, che aveva lasciato in mattinata il Principato, non è riuscito a trovare l'accordo definitivo con il giocatore e con il Monaco. Un sostanziale passo falso dell'ad rossonero. Ed è forte la delusione dei tifosi che si sfogano sui social con qualche sfottò all'indirizzo del dirigente. Il nome di Kondogbia era stato indicato dal presidente Berlusconi e dal nuovo tecnico Mihajlovic nella cena di martedì sera ad Arcore. E l'ad si era subito recato a Monaco per incontrare il giocatore e il suo entourage. Una lunga cena durata fino a notte fonda che aveva avvicinato notevolmente le parti. Poi, però, l'Inter ha ripreso il corteggiamento al centrocampista e anche Roberto Mancini si è speso contattando direttamente il giocatore. Il derby si è acceso, Galliani è tornato a Monte Carlo ieri sera per provare a bruciare sul tempo il club nerazzurro, ma Ausilio e Fassone non sono stati da meno e hanno raggiunto anche loro il Principato. L'offerta messa sul piatto dall'Inter ha convinto il centrocampista e l'ad rossonero non può che registrare l'esito negativo della trattativa concentrandosi su altri obiettivi. Perché anche l'operazione Jackson Martinez potrebbe complicarsi. Il colombiano non ha ancora effettuato le visite mediche essendo impegnato in Cile per la Coppa America e quindi non c'è ancora nessuna firma che ufficializzi l'acquisto dell'attaccante. Nelle ultime ore dalla Spagna si fa insistente la voce di un interessamento dell'Atletico Madrid che, dopo la cessione di Mandzukic alla Juventus, si sta muovendo sul mercato. Il Milan deve quindi ancora una volta guardarsi dalla concorrenza se vorrà regalare a Mihajlovic i primi rinforzi.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X