Sabato, 16 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio La moglie di Bossetti "Eravamo spiati..."
IL CASO YARA

La moglie di Bossetti
"Eravamo spiati..."

"Massi era sorvegliato già due mesi prima che fosse arrestato. Attorno a casa, nei campi sul retro della palazzina o all'imbocco della strada c'erano spesso due persone che chiacchieravano o fumavano. Eravamo preoccupati, ci siamo chiesti chi potessero essere. Abbiamo pensato a dei ladri...". E' il sospetto di Marita Comi, la moglie di Massimo Bossetti, accusato per la morte di Yara Gambirasio. Dubbi che però contrastano con le ricostruzioni dell'inchiesta.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook