Giovedì, 01 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Oggetti atti allo scasso Tre denunciati
SANT’AGATA MILITELLO

Oggetti atti allo scasso
Tre denunciati

Ieri i Carabinieri Nucleo Operativo della Compagnia di Sant’Agata Militello hanno denunciato in stato di libertà tre pregiudicati per possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli in concorso.

In tutta l’estate, tra Capo d’Orlando, Torrenova e Sant’Agata Militello si sono verificati alcuni furti, in particolare quelli in abitazione e per tale motivo i Carabinieri della Compagnia di Sant’Agata Militello stanno eseguendo servizi mirati alla prevenzione e repressione di tale fenomeno. L’azione dell’Arma locale per contrastare tale fenomeno non si è tuttavia mai fermata. A fine luglio i Carabinieri avevano anche denunciato due pregiudicati del palermitano sempre per possesso ingiustificato di attrezzi atti allo scasso. Due giorni fa i Carabinieri avevano sorpreso tre soggetti in flagranza di reato a rubare alcune giare presso una proprietà privata. Tuttavia gli autori di questi furti non sono solamente di provenienza locale

Ieri i militari dell’Arma hanno sorpreso un’auto sospetta, già notata nei giorni scorsi tra Sant’Agata Militello e Torrenova, con tre persone a bordo. A questo punto i Carabinieri hanno fermato l’auto ed hanno proceduto al controllo. I militari, oltre ad accertare che si trattava di tre pregiudicati di provenienza catanese, hanno rinvenuto nel cofano e sotto i sedili all’interno dell’auto alcuni attrezzi atti allo scasso nonché dei guanti da lavoro, molto probabilmente utilizzati per commettere furti. Si tratta di F.P., 37 enne, G.P., 36 enne e E.D., 35 enne, tutti pregiudicati e provenienti dalla zona di Catania. 

Gli stessi sono stati sorpresi dai militari dell’Arma nei pressi della Contrada Terreforti a Sant’Agata Militello. Gli stessi, alla domanda dei Carabinieri cosa stessero facendo, non hanno saputo dare una risposta valida ed erano a bordo di un’auto noleggiata proprio a Catania. 

I tre pregiudicati catanesi sono stati denunciati a piede libero e gli oggetti posti sotto sequestro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook