Mercoledì, 10 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Sub settantenne muore dopo un’immersione
MILAZZO

Sub settantenne muore dopo un’immersione

di
domenico barresi, Sicilia, Archivio

 Tragica fine di un pensionato che si dilettava con la pesca subacquea. Domenico Barresi, 70 anni, residente nel quartiere Fiumarella, è morto ieri mattina mentre era impegnato in una battuta di pesca subacquea nello specchio d’acqua antistante la marina Garibaldi. Fatale sarebbe stato un malore che l’ha colpito mentre si trovava sott’acqua. L’uomo avrebbe cercato invano di raggiungere la riva. È stato avvistato, poco dopo le 10,30 sulla battigia antistante il circolo Tennis e Vela da un giovane che si era appartato con la fidanzata sul muretto antistante il monumento dedicato all’ammiraglio Luigi Rizzo. Immediatamente sul posto è giunto il personale della Capitaneria che ha constatato il decesso dell’anziano che indossava ancora la muta, non aveva la maschera, forse da lui stesso tolta in un disperato tentativo di respirare, mentre il fucile ed il retino contenente appena un pesce e qualche riccio di mare, sono stati trovati in acqua a distanza di pochi metri. Dopo pochi minuti è giunto anche il medico legale per accertare il decesso. Dopo l’autorizzazione del magistrato di turno, il corpo del settantenne è stato trasferito all’obitorio dell’ospedale di Milazzo per essere sottoposto ad un esame esterno, prima della restituzione ai familiari. Domenico Barresi era molto conosciuto soprattutto nel rione marinaro di Vaccarella dove si recava giornalmente per coltivare il suo hobby, alla ricerca prevalentemente di polipi. Da qualche anno però non godeva più di buona salute e le sue condizioni avrebbero dovuto indurlo ad non andare sott’acqua. Proprio lo scorso maggio il pensionato, durante un’immersione, si era sentito male ed era stato salvato da un pescatore che si era tuffato in mare per riportarlo a riva. Ma neppure la grande paura non lo aveva scoraggiato. E così anche ieri mattina - come ricostruito dagli inquirenti - Barresi è arrivato a Milazzo con il suo inseparabile ciclomotore, l’ha parcheggiato in marina Garibaldi davanti alla statua della Libertà ed è entrato in acqua dalla spiaggetta antistante. Dopo qualche ora però ha trovato la morte.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook