Domenica, 14 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio "Offre" fidanzatina ad amico, 12enne violentata
BARI

"Offre" fidanzatina ad amico, 12enne violentata

bari, violenza sessuale, Sicilia, Archivio, Cronaca
Violenza sessuale su minore, 8 arresti

'Offerta' a 12 anni dal fidanzato 16enne ad un amico di poco più grande. Obbligata a seguirli a tarda ora in una stradina buia vicino al cimitero di Bari e lì violentata. La vittima, che da alcuni mesi non vive più a Bari, ha raccontato in lacrime l'episodio ai genitori e ha deciso di denunciare. Le indagini della Squadra Mobile della Questura di Bari, coordinate dalla Procura per i minorenni, con il supporto di psicologi, sono partite da quel racconto e sono approdate nei giorni scorsi dinanzi ad un giudice per cristallizzare quelle dichiarazioni in un incidente probatorio. I fatti risalgono a circa sei mesi fa. L'ambiente, stando a quanto ricostruito dagli investigatori, è quello dei figli della criminalità organizzata barese, in particolare dei ragazzini riuniti nelle piazzette del quartiere Libertà. La ragazza sarebbe stata costretta contro la sua volontà dall'allora fidanzatino ad avere un rapporto sessuale con un amico 17enne e il suo racconto è ritenuto attendibile. Dinanzi al gip Riccardo Leonetti la 12enne ha ripercorso quella notte di sei mesi fa raccontando dettagli degli abusi subiti, il luogo buio e appartato, gli strattoni e le minacce e infine la violenza sessuale da parte del 17enne alla presenza di quello che la 12enne considerava il suo fidanzatino. In sostanza la ragazzina sarebbe caduta in una sorta di 'trappola', pensando di appartarsi col fidanzatino e ritrovandosi invece costretta ad avere un rapporto sessuale con l'amico del sedicenne. Al momento i due ragazzi, già noti alle forze dell'ordine prima ancora di questo episodio, sono indagati in stato di libertà per violenza sessuale e gli accertamenti della polizia continuano per trovare ulteriori riscontri a quelle dichiarazioni. Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore Carla Spagnolo che ha aperto alcuni mesi fa l'inchiesta sulla presunta violenza sessuale. Dopo quell'episodio la vittima e la sua famiglia hanno lasciato Bari e il quartiere Libertà in cui vivevano per trasferirsi fuori regione. Vi hanno poi fatto ritorno nei giorni scorsi per partecipare all'incidente probatorio nel corso del quale la ragazza ha confermato ogni accusa con il supporto di psicologi, che hanno aiutato la dodicenne a ripercorrere i drammatici momenti di quella serata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook