Sabato, 18 Gennaio 2020
stampa
Dimensione testo
DATI DEFINITIVI

Regione Sicilia, Musumeci presidente

elezioni, musumeci, regione sicilia, Sicilia, Archivio
Regione Sicilia, Musumeci presidente

Completato lo spoglio nelle 5.300 sezioni siciliane. Le operazioni, iniziate stamane alle 8, si sono concluse poco prima della mezzanotte, dopo 16 ore. Il dato finale consegna al neo presidente della Regione siciliana Nello Musumeci, espressione del centrodestra ritrovato, il risultato del 39,8%, 830.821 consensi. Giancarlo Cancelleri del M5s si ferma al 34,6% (722.555); Fabrizio Micari del centrosinistra 18,65% (388.886); Claudio Fava della Sinistra 6,1% (128.157); l'indipendentista Roberto La Rosa 0,7 (14.656).
L’affluenza si è attestata al 46,76% (-0,65%, 2.179.474 elettori) e i voti validi sono stati 2.085.075.

Il neo governatore della Sicilia Nello Musumeci è un politico di lungo corso, esponente storico e di primo piano della destra siciliana. Candidato superando le iniziali resistenze di Forza Italia e ha guidato uno schieramento comprendente anche Fratelli d’Italia e Lega. Sul suo nome si è compattato il centrodestra.

Musumeci, 62 anni, di Militello in Val di Catania, bancario, giornalista pubblicista è entrato in politica a 15 anni nelle file della Giovane Italia, l’organizzazione giovanile del Movimento sociale italiano. A vent'anni è stato eletto consigliere comunale nella sua città. A trentadue anni segretario provinciale del Msi. Ha poi rivestito il ruolo di consigliere provinciale di Catania dal 1990 fino al 1993. L'anno successivo, è stato il primo presidente di Provincia eletto direttamente. Per tre legislature è stato eletto deputato, con Alleanza nazionale, al Parlamento europeo (1994-2009).

Durante e dopo la preoccupante eruzione dell’Etna del 2001 è stato commissario del governo per l’emergenza e la ricostruzione sul vulcano. Nel settembre 2005 - in polemica con Gianfranco Fini - ha abbandonato Alleanza nazionale e fondato "Alleanza Siciliana", movimento autonomista di destra a carattere regionale. Nel 2008 consigliere comunale nel capoluogo etneo. Tre anni dopo è entrato a far parte del governo Berlusconi, quale sottosegretario al Lavoro e alle Politiche sociali. Candidato presidente nel 2012, con il 25,7% dei consensi è stato sconfitto da Rosario Crocetta che ha avuto il 30,5%. Nel 2015 ha fondato il movimento politico siciliano #DiventeràBellissima, che rievoca le parole del giudice Paolo Borsellino. Nel 2013 è stato eletto all’unanimità presidente della Commissione regionale antimafia. Ha annunciato che la presidenza della Regione sarà l'ultima tappa della sua lunga esperienza politica.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook