Mercoledì, 16 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
COMMISSIONE BANCHE

Vegas: "Ministro Boschi mi parlò di Etruria e Vicenza"

banche, Sicilia, Archivio, Mondo
Vegas: "Ministro Boschi mi parlò di Etruria e Vicenza"

Dal ministro Maria Elena Boschi "non c'è stata pressione ma solo l'esposizione di un fatto" nell'incontro a Milano. Lo ha detto il presidente Consob Giuseppe Vegas in Commissione d'inchiesta rispondendo alle domande del deputato Carlo Sibilia (M5S). "Siamo stati in un ristorante a pranzo - ha detto - poi l'ho portata a visitare la Consob, mi sembra una cosa normalissima che un parlamentare si interessi della sua costitutency (collegio elettorale ndr), non c'è stata pressione ma l'esposizione di un fatto". 'Ho avuto modo di parlare della questione Etruria con l'allora ministra Boschi, che espresse un quadro di preoccupazione perché a suo avviso c'era la possibilità che venisse incorporata dalla Popolare di Vicenza e questo era di nocumento per la principale industria di Arezzo che e' l'oro'. Lo ha detto il presidente della Consob Giuseppe Vegas in audizione in commissione banche. 'Le risposi che Consob non era competente sulle scelte di aggregazione delle banche', aggiunge. Immediata la reazione di Mdp: 'Se un membro del governo mente, deve dimettersi'.

Boschi, non ho mentito, mai pressioni  - "Anche oggi ricevo attacchi dalle opposizioni sulla vicenda Banca Etruria. Confermo per filo e per segno tutto ciò che ho detto in Parlamento due anni fa. Tutto. Chi mi chiede le dimissioni perché avrei mentito in Parlamento deve dirmi in quale punto del resoconto stenografico avrei mentito. Ho incontrato più volte il presidente della Consob in varie sedi come ho incontrato altri rappresentanti istituzionali: mai e poi mai ho fatto pressioni. Mai". Così Maria Elena Boschi su facebook.

Di Maio, Boschi si dimetta, è Mario Chiesa Seconda Repubblica - "Noi chiediamo due cose: Maria Elena Boschi se ne deve andare subito da sottosegretario della Presidenza del Consiglio anche se siamo a fine legislatura perché il governo resterà per gli affari correnti, e che il Pd non ricandidi Boschi perché altrimenti tutto il partito sarebbe coinvolto nello scandalo banche". Lo afferma, in un video su facebook, il candidato premier M5S Luigi Di Maio. "Il tema delle banche è come quello delle tangenti della Prima repubblica. Boschi è il Mario Chiesa della seconda Repubblica", attacca.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook