Domenica, 08 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
APPARTAMENTO "LAGER"

Messina, sbeffeggiava anziani e li depredava dei loro beni: arrestata insegnante di Reggio

di

Abile, avida, spietata e cinica. Sbeffeggiava anche le sue vittime, mentre le depredava di beni e possedimenti, Maria Dascola, la 59enne insegnante di religione originaria di Reggio, trasferita da tempo a Messina, arrestata dalla Guardia di Finanza con l'accusa di circonvenzione di persone incapaci.

Alle due persone trovate dai finanzieri «praticamente detenute» nell'appartamento-lager di Messina aveva affibbiato un nomignolo tutt'altro che amorevole. Per lei erano “la gatta” e il “cane”. Così infatti li indica, parlando al cellulare con una cugina, e confermando agli inquirenti quanto fosse consapevole del disegno criminoso studiato e realizzato: «Mary, io ho finito ora di sistemare prima “il cane” e poi “la gatta”».

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud in edicola. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook