Lunedì, 30 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca App e braccialetto per gli anziani, trasporti rivoluzionati: come sarà la fase 2 contro il Coronavirus
IL PIANO

App e braccialetto per gli anziani, trasporti rivoluzionati: come sarà la fase 2 contro il Coronavirus

Continua l'avvicinamento alla fase 2 dell'emergenza Coronavirus in Italia. Il governo sta lavorando alle nuove regole che porteranno alla riapertura dopo il periodo di quarantena: al vaglio ci sono, oltre all'applicazione "Immuni" per mappare i contagi, anche le disposizioni per negozi, bar, ristoranti, aziende e trasporti.

L'APPLICAZIONE

Immuni è la app scelta per tracciare i contatti delle persone contagiate, in modo da contenere gli effetti di un'eventuale seconda ondata. Per essere utile però dovrà essere scaricata almeno dal 60% della popolazione e dunque andranno incentivati gli italiani a usufruirne: chi sceglierà di non scaricarla potrebbe avere delle limitazioni nella mobilità. Per quanto riguarda gli anziani, poco abituati a utilizzare gli smartphone, è possibile che si opti per l'introduzione di un braccialetto che abbia la stessa funzione dell'applicazione.

NEGOZI

Fissate misure standard per i negozi. Per locali fino a quaranta metri quadrati può accedere una persona alla volta, oltre a un massimo di due operatori. Oltre i 40 metri quadri l’accesso sarà regolamentato in funzione degli spazi disponibili, differenziando i percorsi di entrata e di uscita. Alle casse sarà sistemato l'erogatore di disinfettante e la pulizia dei locali dovrà avvenire prima dell'apertura e durante la pausa. Mascherine per i dipendenti e guanti per i clienti che acquistano generi alimentari.

AZIENDE

Termoscanner per tutti i dipendenti prima dell'inizio dell'orario di lavoro, vigilanza costante con almeno un medico a disposizione e assistenza da parte delle Asl in caso di necessità di tamponi. Andrà garantita la distanza di almeno un metro tra le postazioni, ove possibile viene incoraggiato l'utilizzo dello smart working.

BAR E RISTORANTI

Bar e ristoranti dovrebbero essere tra gli ultimi a riaprire. Dovranno garantire la distanza di un metro al bancone e di due metri ai tavoli, anche all'aperto, mentre il personale dovrà indossare guanti e mascherine. Per aiutare il settore si è deciso di programmare una riapertura anticipata affiancando le consegne a domicilio alla possibilità di preparare cibi da asporto.

TRASPORTI

Uno dei temi più complicati resta quello dei trasporti, tre le opzioni di cui si discute: l'apertura delle Ztl in modo che vengano favoriti i trasferimenti di singoli cittadini con mezzo proprio; il potenziamento delle corse di autobus e metropolitane perché si potrà stare soltanto seduti e per garantire il distanziamento i posti dovranno essere alternati; l'allestimento di aree di scambio dove si arriva con il mezzo proprio e poi si utilizzano bici e auto in servizio sharing con prezzi calmierati.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook