Sabato, 31 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus, il bollettino del 19 settembre: in Sicilia 98 nuovi casi, la metà a Palermo. Impennata dei morti in Italia
LA PANDEMIA

Coronavirus, il bollettino del 19 settembre: in Sicilia 98 nuovi casi, la metà a Palermo. Impennata dei morti in Italia

Novantotto casi di Covid-19 in più in Sicilia rispetto a ieri, 48 dei quali in provincia di Palermo, 21 in quella di Catania, 9 a Messina e altrettanti a Trapani. La notizia nel giorno in cui le strutture della cittadella dei poveri del capoluogo siciliano - la Missione speranza e carità di Biagio Conte - sono state dichiarate 'zona rossa' dopo gli oltre trenta casi di positività accertati fra gli ospiti del centro.

Fanno salire il totale dei contagiati attuali a 2.232: 191 ricoverati con sintomi, 13 in terapia intensiva, 2.028 in isolamento domiciliare. Sono 5.846 i casi totali, 3.318 i dimessi guariti, con un incremento dei tamponi pari a 4.344. Restano a 296 i decessi. La Regione comunica che tra i 98 nuovi casi positivi di oggi, c'è migrante.

Impennata dei decessi per Coronavirus: sono stati 24 nelle ultime 24 ore; ieri erano stati 10. Un dato così alto non si registrava dal 7 luglio, quando le vittime erano state 30. In calo invece i nuovi contagiati: 1.638, contro i 1.907 di ieri. In lieve aumento i tamponi: ne sono stati processati 103.223. Così i dati del ministero della Salute.

Il totale delle vittime ha così raggiunto quota 35.692, quello dei casi positivi 296.569. In Lombarda il maggior aumento dei cedessi (+9).

I 24 decessi registrati oggi dal bollettino quotidiano del ministero della Salute sono in netto aumento non solo rispetto ai giorni scorsi (ieri erano stati 10, l’altroieri 13), ma al trend dei mesi passati: era dal 7 luglio che non veniva segnalato un dato più alto (allora le vittime furono 30), poi un costante calo, fino ad arrivare al minimo assoluto di 1, il 29 agosto, appena venti giorni fa. Ma come è stato più volte sottolineato, la curva dei decessi segue quella dei nuovi casi con qualche settimana di ritardo, quindi il balzo di oggi potrebbe voler dire che stiamo pagando il forte aumento dei contagi proprio ad agosto, quando da 130-150 casi al giorno siamo schizzati a oltre mille nel giro di pochi giorni. Presto per dirlo comunque, come sempre conta il trend settimanale, e bisognerà attendere i dati dei prossimi giorni. In ogni caso oggi a far salire la media è prevalentemente la Lombardia, che da sola segnala 9 decessi, seguita da Veneto (5), Emilia Romagna (2), Liguria (2), Piemonte (1), Lazio (1), Campania (1), Puglia (1), Friuli Venezia Giulia (1) e Umbria (1).

Dopo l’impennata di ieri, con 1.907 contagi, tornano a calare i nuovi casi di Covid in Italia: oggi sono 1.638, per di più con 103.223 tamponi (ieri erano poco meno di 100mila). La regione con più casi è la Lombardia (243), seguita da Lazio (197), Veneto (186) e Campania (149). A zero casi la Valle d’Aosta, mentre segnala zero anche l’Abruzzo che però comunica che non sarà possibile elaborare i dati oggi e domani, quindi si avrà il cumulativo lunedì (ieri aveva registrato 54 contagi). Il totale dei casi dall’inizio dell’epidemia sale a 296.569, mentre con l’incremento odierno i decessi arrivano a 35.692.

In crescita costante il numero dei guariti, 909 oggi (ieri 853) per un totale di 217.716. Anche per questo rallenta la crescita del numero degli attualmente positivi, oggi +704 contro i 1.044 di ieri, e sono 43.161 in tutto.

Sul fronte ricoveri, dopo giorni si registra una diminuzione di quelli ordinari, 7 in meno, 2.380 in tutto, mentre le terapie intensive tornano a salire dopo il calo di ieri e sono 7 in più, 215 totali. Le persone in isolamento domiciliare sono 40.566, 704 più di ieri.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook