Venerdì, 17 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus, Bruno: miglioramento entro l'estate. Il vaccino? Funziona pure contro le varianti
LA PREVISIONE

Coronavirus, Bruno: miglioramento entro l'estate. Il vaccino? Funziona pure contro le varianti

di
Il luminare cosentino che ha curato il “paziente uno” a Pavia afferma che il prossimo Natale sarà normale

Raffaele Bruno, scienziato calabrese di fama e direttore del centro di Malattie infettive di Pavia ha curato e guarito il “paziente 1”, cioè il primo cittadino italiano colpito dal Covid 19. Il professore Bruno, legatissimo alla sua terra di origine, non trascorre quest'anno le vacanze natalizie in Calabria per via delle restrizioni imposte ma anche per ragioni professionali che lo tengono impegnato anche in questo periodo di festa. Bruno crede nella vaccinazione: «Aspettavo questo momento che sta per arrivare», ha spiegato, «e domenica ci sarà il vax-day. Noi a Pavia saremo uno dei centri che vaccineranno, si procederà con le prime dosi disponibili in ordine alfabetico e, poi, dal quattro gennaio si procederà con tutti gli altri operatori sanitari». Lo studioso definisce l'inizio della campagna avviata in tutta Europa, «l'inizio della fine del coronavirus anche se», precisa, «dobbiamo raggiungere il più alto numero di persone vaccinate perché vi sia una immunità di gregge. Credo», aggiunge, «che entro la prossima estate tutto andrà significativamente meglio e il prossimo Natale sarà finalmente normale». Quanto alle cosiddette "varianti" del virus il professore Bruno sottolinea che non lo preoccupano,«perché il vaccino funziona anche su queste varianti». Quanto alla situazione generale, Bruno chiarisce che è «ancora grave con 500 morti al giorno e tanti contagiati», mentre definisce il quadro calabrese «stazionario sebbene occorrerà tener conto dell'effetto che avranno le vacanze natalizie sul prossimo gennaio». Infine il messaggio alla sua terra:«Ai calabresi  i migliori auguri con grande affetto, con l'orgoglio della mia calabresità e cosentinità. Quest'anno non posso godere del calore della mia Cosenza, ma con lo spirito sono lì».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook