Martedì, 28 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus, controlli... pasquali: sanzioni e denunce nel Messinese
IL BILANCIO

Coronavirus, controlli... pasquali: sanzioni e denunce nel Messinese

controlli, coronavirus, messinese, Sicilia, Cronaca
I controlli dei carabinieri

Nel corso del fine settimana di Pasqua e della giornata di Pasquetta, i carabinieri della Compagnia Messina centro, supportati dalle pattuglie del Nucleo Radiomobile, hanno intensificato i controlli lungo le principali arterie stradali del capoluogo peloritano ed in particolare sono stati predisposti controlli allo scopo di contrastare lo smercio di sostanze stupefacenti e reati predatori in generale, con una particolare attenzione al rispetto della normativa anti-Covid. Nel corso dei servizi, in esecuzione di due distinti ordini di carcerazione emessi dalla Procura generale della Corte d’Appello di Messina, i carabinieri della Stazione di Ganzirri, hanno arrestato un 56enne messinese per violazione degli obblighi di assistenza familiare (un mese di reclusione), inoltre, i carabinieri della Stazione di Saponara
hanno arrestato un 41enne già sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, che dovrà scontare oltre 11 anni di reclusione in quanto riconosciuto colpevole di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti. Ultimate le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Disturbo alla quiete pubblica e porti abusivi

Durante l’attività di controllo, i militari del Nucleo Radiomobile hanno  proceduto, segnalandoli alla Procura di Messina, nei confronti di: sei persone, tra i 20 e i 53 anni, tutti messinesi, poiché responsabili di disturbo delle occupazioni o delle persone, in quanto individuati, nel corso dei controlli alla circolazione stradale, con elevatissimo volume dello stereo della propria auto, tale da provocare rumori molesti; tre persone, rispettivamente di 30, 36 e 18 anni, fermati alla guida dei loro veicoli e risultati recidivi al reato di guida senza patente perché mai conseguita; un 32enne messinese, poiché ritenuto responsabile del reato di porto abusivo di oggetti atti ad offendere. L’uomo, fermato e controllato alla guida di un’autovettura, è stato trovato in possesso, senza giustificato motivo, di un bastone in legno della lunghezza di circa 85 centimetri, custodito all’interno del vano bagagli; un 24enne ed un 28enne del capoluogo, ritenuti responsabili del reato di «rifiuto di sottoporsi agli accertamenti sanitari inerenti lo stato psicofisico», opposto ai carabinieri durante un posto di controllo dopo essere stati trovati in possesso di modici quantitativi di droga. Inoltre, nel corso dei servizi, cui sono state controllate complessivamente 70 autovetture e 120 persone, i Carabinieri hanno elevato 9 contravvenzioni al codice della strada e segnalato sei soggetti alla locale Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti, poiché trovati in possesso di modiche quantità di cocaina, crack e marijuana.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook