Domenica, 09 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Addio a Gigi Covatta, storico dirigente del Psi e direttore di Mondoperaio

Addio a Gigi Covatta, storico dirigente del Psi e direttore di Mondoperaio

E’ scomparso questa notte all’età di 78 anni, nella sua casa di Roma, Luigi Covatta, storico dirigente del Psi e dal 2009 Direttore di Mondoperaio, la rivista culturale socialista fondata da Pietro Nenni. Luigi Covatta è stato, per il Psi, più volte parlamentare, sottosegretario di stato nei governi Craxi, Goria, De Mita e Andreotti oltre che autore di vari saggi. E' stato presidente della Commissione Lavoro e Istruzione pubblica del Senato. Enzo Maraio, segretario del Psi, nel ricordarlo ha scritto: "Con Gigi Covatta se ne va un pezzo della nostra storia, un protagonista indiscusso del nostro Psi. Durante la sua lunga attività politica e istituzionale, da parlamentare, sottosegretario e Direttore di Mondoperaio, ha condotto campagne e battaglie per il lavoro, l’istruzione pubblica, l’equità sociale. Gigi è stato stato un uomo di una rara intelligenza politica, capace di leggere il momento storico e proporre soluzioni mai banali. Il 'suo' Mondoperaio è stato un laboratorio di idee che hanno un valore straordinario".

"Gigi è riuscito ad animare la rivista di nomi e collaboratori di grande prestigio, protagonisti del nostro passato e della contemporaneità, che hanno formulato per anni idee oggi impresse in quelle pagine che rimarranno la sua eredità politica. Probabilmente Gigi avrebbe voluto questo", aggiunge Maraio. Riccardo Nencini, senatore del Psi, ha aggiunto: "Carattere burbero, rari sorrisi, ma c'era. Sempre. Non passava settimana che non ci vedessimo o, negli ultimi tempi, telefonassimo. Poche parole, molte idee. Con mezzi scarsi ha diretto Mondoperaio per una decina d’anni, mi ha accompagnato nella segreteria, ha sfornato convegni e proposte, una sigaretta via l’altra. Lui e Gennaro", ha detto Nencini riferendosi a Gennaro Acquaviva, presidente della Fondazione Socialismo, che era legato da una lunga amicizia al direttore Covatta. "Un metodo vecchio, il suo, di fare politica. Approfondire, leggere, studiare. Dicono che sia superato e invece è di una modernità assoluta se vuoi capire come gira il mondo".

«Ci ha lasciati Luigi Covatta, direttore di «Mondoperaio», mio amico, appassionato socialista, un riformista nelle idee. Un abbraccio sentito alla famiglia e ai suoi cari». Lo scrive su twitter il ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook