Sabato, 24 Luglio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Colpo di pistola dopo una lite, assessore della Lega uccide un 39enne a Voghera
ARRESTATO

Colpo di pistola dopo una lite, assessore della Lega uccide un 39enne a Voghera

E’ stato Massimo Adriatici, avvocato, assessore alla sicurezza del Comune di Voghera (Pavia), a sparare il colpo di pistola che ieri sera, poco dopo le 22, ha ucciso un uomo di 39 anni di nazionalità marocchina. Il fatto è accaduto in piazza Meardi nella città oltrepadana. Adriatici si trova ora agli arresti domiciliari. Sul fatto stanno indagando i carabinieri.

Dai primi accertamenti condotti dai carabinieri, sembra che l’assessore Massimo Adriatici abbia esploso un colpo di pistola verso l’uomo di origini marocchine dopo una lite tra i due, avvenuta davanti a un bar. Il ferito è stato trasportato in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale di Voghera (Pavia). Le sue condizioni, che all’inizio non sembravano preoccupanti, si sono aggravate rapidamente sino alla morte avvenuta nella notte. Da quanto si è appreso Adriatici deteneva regolarmente la pistola con cui ha sparato. L’avvocato è assessore alla sicurezza nella giunta di centrodestra guidata dal sindaco Paola Garlaschelli.

Si è «autosospeso» dalla giunta di Voghera (Pavia), nella quale aveva la delega alla Sicurezza, l’assessore Massimo Adriatici, ai domiciliari dopo che nella serata di ieri dalla sua pistola è partito un colpo che ha ucciso un cittadino marocchino di 39 anni. Ad annunciare l’uscita, per il momento temporanea, di Adriatici dalla giunta è stata poco fa il sindaco Paola Garlaschelli, che dall’ottobre scorso guida il Comune oltrepadano.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook