Venerdì, 17 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Magrini (Aifa): "Vaccini efficaci e sicuri. I dati sulle reazioni avverse lo confermano"
NESSUN DUBBIO

Magrini (Aifa): "Vaccini efficaci e sicuri. I dati sulle reazioni avverse lo confermano"

"I vaccini sono molto importanti perchè consentono di non prendere l’infezione o, per pochi, di averla in modo più leggero"

"I dati sono ulteriormente rassicuranti sulla non comparsa di nuovi eventi avversi e confermano la presenza di soli sintomi lievi e transitori. Quindi questi vaccini oltreché straordinariamente efficaci sono altrettanto sicuri". Lo dice il diretto dell’Aifa Nicola Magrini intervistato dal Corriere della Sera. Sugli episodi di reazioni avverse gravi - il 13,8% secondo il rapporto Aifa appena pubblicato - Magrini spiega che "si tratta di segnalazioni di eventi e non di casi dove sia stato dimostrato il rapporto causale tra vaccino e conseguenze negative. La funzione della farmacovigilanza è proprio questa. Raccogliere tutto ciò che, ad un’analisi approfondita, potrebbe costituire un problema. Non abbiamo questa indicazione. La comunità scientifica non ha dubbi".

Sul tema della terza dose

Dice Magrini, "abbiamo individuato due popolazioni ben diverse tra loro, gli immunodepressi, che rappresentano una parte della più vasta popolazione dei fragili, e la popolazione generale. Per i primi c'è una certa urgenza di garantire una migliore maggior risposta al vaccino, mentre per la seconda occorre fare una riflessione, sulla base delle evidenze disponibili, di quali sottogruppi possono beneficiare di un richiamo e in che tempi".

Farmaci monoclonali

Nell’intervista Magrini parla anche dei farmaci monoclonali: "Sono una famiglia abbastanza eterogenea di farmaci e alcune associazioni di monoclonali hanno avuto solo recentemente conferme della loro efficacia su un numero maggiore di malati e situazioni cliniche per le quali vi è un beneficio chiaro. Al contrario alcuni monoclonali usati da soli sono stati messi da parte e lasciati in associazione. Rimangono per ora farmaci che, per la loro somministrazione endovenosa lenta, sono più gestibili in ospedale mentre il loro impiego in prevenzione e sottocute è in fase avanzata di studio".

L'importanza dei vaccini

"I vaccini sono molto importanti perchè consentono di non prendere l’infezione o per pochi di averla in modo più leggero - spiega -I monoclonali hanno sinora mostrato di poter essere una terapia, una cura aggiuntiva assieme all’ossigeno, agli anticoagulanti e al cortisone con una efficacia discreta in pazienti con malattia moderata".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook