Giovedì, 21 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Caos in chiesa a Pescara: no vax incitano i fedeli a togliersi la mascherina. Un arresto
CORONAVIRUS

Caos in chiesa a Pescara: no vax incitano i fedeli a togliersi la mascherina. Un arresto

Un gruppo di no Vax e no mask si sfila in modo plateale la mascherina in chiesa durante la messa ed incita i fedeli a fare lo stesso. All’arrivo della polizia i manifestanti aggrediscono gli agenti. Scoppia così un parapiglia e una donna cerca perfino di sfilare la pistola ad un poliziotto. La situazione torna alla calma solo con l’uso dello spray al peperoncino. E’ quanto accaduto ieri sera a Pescara, nella basilica della Madonna dei Sette Dolori. Il bilancio finale è di un arresto e sei denunce. Tutto è iniziato quando alcune persone sono entrate in chiesa durante la messa e, dopo aver preso posto tra i banchi, si sono sfilate la mascherina, facendosi notare sia dai fedeli sia dal sacerdote.

A quel punto hanno incitato i fedeli a fare la stessa cosa e, all’invito del prete a rispettare le regole, hanno risposto minacciando i presenti. Il servizio di vigilanza ha allertato il 113 e sul posto sono arrivati i poliziotti della squadra Volante, che hanno atteso fuori la fine della messa per identificare il gruppetto di no vax. Una volta all’esterno, i manifestanti hanno reagito con calci e pugni. Uno di loro, un pescarese di 40 anni, è stato arrestato e, quando gli agenti hanno cercato di portarlo via, è scoppiato il parapiglia. I poliziotti hanno poi identificato altre sei persone, che sono state denunciate per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni aggravate in concorso, turbamento di funzioni religiose e rifiuto d’indicazioni sulla propria identità personale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook