Sabato, 02 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca No Green pass: a Palermo sequestrato acido "da lanciare alla Polizia"
INDAGINE SUI NO VAX

No Green pass: a Palermo sequestrato acido "da lanciare alla Polizia"

 Ci sono anche delle taniche di acido «da lanciare verso le forze dell’ordine» tra il materiale sequestrato dalla Digos di Palermo nell’ambito dell’operazione, coordinata dal gruppo terrorismo ed eversione della Procura di Torino, che stamattina ha portato a 18 perquisizioni su tutto il territorio nazionale nei confronti di altrettanti attivisti attivisti No Vax - No Green pass più radicali, affiliati al canale Telegram «Basta Dittatura». Diciotto gli indagati (i reati contestati sono istigazione a delinquere con l’aggravante del ricorso a strumenti telematici e istigazione a disobbedire le leggi), quindici le città interessate (Torino, Brescia, Varese, Cremona, Imperia, Pordenone, Trieste, Treviso, Pesaro, Roma, Pescara, Salerno, Palermo, Siena, Padova).

L'acido è stato trovato in casa di un commerciante di Torretta (Palermo). Questa mattina nella sua abitazione sono arrivati gli agenti della Digos che avrebbero ritrovato alcune taniche contenenti il liquido incriminato.  I reati contestati, a lui come agli altri indagati, sono di istigazione a delinquere con l’aggravante del ricorso a strumenti telematici e istigazione a disobbedire alle leggi.

A Torino gli indagati sono tre, fra cui una donna di 43 anni destinataria, insieme a un altro uomo che non è coinvolto nell’indagine, di un foglio di via. Nelle chat gli indagati invitavano a bloccare strade, stazioni ferroviarie, banche. Chiedevano di utilizzare armi, bastoni, bottiglie molotov, acido da lanciare alle forze dell’ordine, gambizzare. Non mancano, inoltre, gli inviti a marciare su Roma. A Siena, la digos, ha sequestrato un passaporto nazifascista dell’epoca, mentre a Brescia e Cremona sono stati rinvenuto coltelli e una balestra. Gli amministratori del canale non sono ancora stati identificati. Inizialmente Basta dittatura, poi chiuso da Telegram, contava 40 mila iscritti. Nel nuovo canale «Basta dittatura - proteste» gli iscritti sono circa 8 mila.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook