Domenica, 05 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Nuovo decreto Covid, il Super Green pass valido dal 6 dicembre al 15 gennaio. Niente alberghi, bar e stadi per i No Vax
APPROVATO

Nuovo decreto Covid, il Super Green pass valido dal 6 dicembre al 15 gennaio. Niente alberghi, bar e stadi per i No Vax

Dopo la riunione della cabina di regia e l’incontro con Regioni, il Consiglio dei ministri ha approvato il nuovo decreto con le norme per contenere la quarta ondata di Covid. La novità più importante è rappresentata dall’introduzione del super green pass, valido solo per vaccinati o guariti. Il provvedimento è stato varato all’unanimità. Il Governo sceglie la linea del rigore: la stretta sui No Vax riguarda l'intero territorio italiano, senza distinzioni per aree di colore.

In base alle nuove regole, chi non è in possesso del super green pass non potrà entrare in bar e ristoranti al chiuso, impianti sportivi, cinema, teatri, discoteche né partecipare a spettacoli, feste e cerimonie pubbliche. Le persone che non sono vaccinate o guarite inoltre non potranno nemmeno soggiornare in albergo. Per recarsi sul posto di lavoro, invece, è sufficiente il green pass ottenibile con un tampone molecolare o antigenico Il Super Green pass varrà dal 6 dicembre al 15 gennaio, ma le misure potranno essere poi prorogate. E’ quanto viene riferito da fonti governative al termine del Consiglio dei ministri che ha approvato il decreto.

Trasporto pubblico

Arriva l’obbligo di Green pass o tampone anche per accedere ai mezzi del trasporto pubblico locale.

Super Green Pass validità scende a 9 mesi

La validità del Green Pass scende da 12 a nove mesi. E nel pomeriggio anche il Comitato tecnico scientifico ha dato parere positivo alla riduzione temporale della durata.

Anche per i tamponi nessun cambio di tipologia e durata

Palazzo Chigi fa sapere che nel nuovo decreto anti-Covid varato nel pomeriggio dal consiglio dei ministri "restano invariate le tipologie e la durata dei tamponi".

Dal 15 dicembre obbligo vaccinale per sanitari, prof e forze ordine

Il nuovo decreto impone, dal 15 dicembre, la vaccinazione obbligatoria per il personale amministrativo della sanità, docenti e personale amministrativo della scuola, militari, forze di polizia e soccorso pubblico. Dal 15 dicembre sarà obbligatorio il richiamo della terza dose per le professioni sanitarie.

Controlli

Rafforzamento sistema dei controlli: entro 3 giorni dall’entrata in vigore del dl, i Prefetti sentono il Comitato provinciale ordine e sicurezza, entro 5 giorni adottano il nuovo piano di controlli coinvolgendo tutte le forze di polizia, relazionando periodicamente.

Mascherine

La mascherina resta non obbligatoria all’aperto in zona bianca e obbligatoria all’aperto e al chiuso in zona gialla, arancione e rossa. Sempre obbligatorio in tutte le zone portarla con sè e indossarla in caso di potenziali assembramenti o affollamenti.

Draghi: "Misure per difendere stagione turistica"

«Questi vari interventi servono proprio a dare certezze alla stagione turistica». Così il premier Mario Draghi in conferenza stampa dopo il via libera al decreto sul super green pass. «quale era l’alternativa lo scorso anno? Si guardava al peggioramento dei contagi poi si diceva che non sarebbe stato possibile tenere aperto e poi si è deciso di non tenere aperto, ma già prima molte prenotazioni erano scomparse, quindi questa strategia tende a dire che avremo fatto il possibile per difenderci dalla diffusione della pandemia e mantenere aperta la stagione».

Speranza: "I 4 ambiti di intervento del decreto"

«Un secondo ambito di intervento riguarda l’estensione dell’utilizzo del green pass - aggiunge - oggi lo estendiamo agli alberghi per aiutare le nostre strutture ricettive, al trasporto ferroviario regionale e interregionale e a trasporto pubblico oltre agli spogliatoi delle palestre. Il green pass durava 12 mesi - ha poi precisato Speranza - ora il Cts ha indicato a 9 mesi la capacità di tenuta del vaccino». «Il terzo ambito di intervento è il green pass rafforzato. Finora si otteneva con vaccinazione, guarigione o tampone negativo. In questa fase di avanzamento dell’epidemia riteniamo che per una fase che va dal 6 dicembre al 15 gennaio introduciamo un green pass rafforzato per cui il certificato verde si ottiene solo con la vaccinazione o la guarigione. Nel momento in cui facciamo la scelta del green pass rafforzato, sottolineo che nel passaggio di colore delle Regioni, eviteremo restrizioni per le persone vaccinate. Il rafforzamento del green pass serve a evitare chiusure».
«Il quarto ambito di intervento ha a che fare con i controlli. Dentro il decreto c'è il rafforzamento dei controlli dove si usa il green pass. I comitati provinciali di sicurezza dell’ordine pubblico dovranno offrire una relazione settimanale sui controlli al ministero dell’Interno».

Il decreto in PdF

 

IN AGGIORNAMENTO

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook