Venerdì, 28 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Covid, consigliere della Lega: "Un giovane sano che si vaccina è un servo". E' polemica
CORONAVIRUS

Covid, consigliere della Lega: "Un giovane sano che si vaccina è un servo". E' polemica

coronavirus, Sicilia, Cronaca
Lorenzo Gasperini

«Un giovane sano che si vaccina dimostra debolezza, paura della morte, creduloneria, infermità intellettuale, facile obbedienza al primo politico che passa e lo minaccia e una psicologia da servo. Tutte caratteristiche che dovrebbero comportare come minimo l’esclusione dalla vita sessuale, come contrappasso naturale». Firmato: Lorenzo Gasperini, consigliere della Lega a Livorno e consulente legislativo alla Camera per il partito di Matteo Salvini. Un post su facebook che ha scatenato la reazione del Pd.

Prima con il Responsabile Sicurezza Enrco Borghi: «Di fronte alla gravità della situazione sanitaria, con regioni che tornano in zona gialla e terapie intensive che si riempiono di non vaccinati, la Lega non trova niente di meglio da fare che innescare l’ennesima fake news sui vaccini in un post delirante di Lorenzo Gasperini», spiega Borghi: «Gasperini incita all’esclusione dalla vita sessuale dei giovani che si vaccinano: ma, parafrasando le sue parole, chi compie simili affermazioni di fatto si autoesclude dal pensiero raziocinante. Questo è l’ennesimo atteggiamento irresponsabile che un partito di governo non si può e non si deve permettere». Poi interviene anche Andrea Romano, deputato Pd di Base Riformista: «Gasperini non è un passante. Consigliere #Lega a #Cecina, candidato (sconfitto) alla Camera nel 2018 a #Livorno, a fianco della Ceccardi nella partita (persa) per la Toscana. Salvini vuole chiarire la posizione della Lega sui vaccini? Cominci da lui», conclude Romano.

Il commissario della Lega in Toscana: ho chiesto a Gasperini di autosospendersi

«Ho chiesto al consigliere Gasperini di autosospendersi dalla Lega poiché le sue dichiarazioni, seppure espresse a titolo personale, sono lontane anni luce dalle idee del nostro movimento e quindi non ci sono le condizioni perché continui a rappresentarci nelle istituzioni. Qualora non facesse un passo indietro siamo pronti ad assumere un provvedimento a suo carico». Il commissario della Lega in Toscana, on. Mario Lolini, prende le distanze dal consigliere provinciale di Livorno e consigliere comunale di Cecina Lorenzo Gasperini relativamente al fatto che a suo giudizio «oggi sei discriminato se non sei vaccinato o se non sei omosessuale». «Come Lega la nostra posizione è stata chiara e di sostegno all’azione di Governo sul tema dei vaccini - sostiene Lolini- Io stesso sono vaccinato e sto attendendo di effettuare la terza dose. Dunque figuriamoci se posso condividere certe frasi da cui prendo le distanze. Sull'orientamento sessuale delle persone ribadisco quello che il nostro segretario federale Matteo Salvini ha più volte ribadito: 'ognuno è libero di amare chi preferisce e siamo contrari ad ogni forma di discriminazionè». Lolini dunque attende di capire meglio l’accaduto e nel frattempo chiede a Gasperini di autosospendersi. «Purtroppo - conclude il Commissario della Lega Toscana- Gasperini non è nuovo ad esternazioni che hanno creato polemiche e discussioni. Ho già chiesto al commissario provinciale di Livorno Marco Landi una relazione e nel frattempo ho anche chiesto al consigliere di autosospendersi. Se non dovesse farlo riunirò in tempi rapidi il direttivo per emettere un provvedimento a suo carico».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook