Martedì, 25 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Il Covid ha ucciso il capo di Stato Maggiore, il colonnello Salvo Gagliano
IL DRAMMA

Il Covid ha ucciso il capo di Stato Maggiore, il colonnello Salvo Gagliano

Il Covid ha ucciso il capo di Stato Maggiore, colonnello Salvo Gagliano. L’ufficiale, 57 anni, al comando interregionale Culqualber di Messina era ricoverato a Modena. Si è spento oggi, perdendo la sua battaglia contro il virus. Già comandante del reparto operativo del comando provinciale carabinieri Lecce, poi comandante provinciale a Ragusa, aveva un importante curriculum alle spalle. Originario di Mirabella Imbaccari, si era distinto sin da giovanissimo per le sue doti professionali e umane.

La biografia del colonnello Salvatore Gagliano

Nato 22/09/1963 a Mirabella Imbaccari
Comandante plotone 10° battaglione Napoli 1984-1986
Comandante nucleo operativo Lecce 1986-1987
Poi corso alla scuola ufficiali
Poi Istruttore scuola Iglesias 1990 1992
Comandante nucleo op.vo e radiomobile con. CC Bianco (RC) 1992-1994
Cte squadrone eliportato cacciatori di Calabria 1994-1995
Nucleo investigativo RC 1995-1997
Comp. CC Lucera (FG) 1997-2001
Capo sezione disciplina alla legione di Bari 2001-2004
Cte cp. CC Bari centro2004-2008
Cte reparto operativo Lecce 2008-2011
Cte prov. CC Ragusa 2011-2014
Cte scuola Reggio Calabria 2014-2015
Cte prov. CC Crotone 2015-2017
Fino a oggi capo di Stato Maggiore del comando interregionale Culqualber di Messina.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook