Lunedì, 15 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca "Sporco e pirla". Bimbo "bullizzato" dalle maestre a Pavia: denunciata la madre
GLI INSULTI

"Sporco e pirla". Bimbo "bullizzato" dalle maestre a Pavia: denunciata la madre

La madre è stata denunciata perché nel guardare la chat rimasta aperta sul computer di scuola con le frasi offensive verso il figlio, si sarebbe introdotta abusivamente nella conversazione telematica della collega violando anche la sua corrispondenza.

Ha un seguito a Milano la vicenda dell’insegnante di Pavia che con altre due maestre in chat "bullizzava" il figlio di una loro collega, descrivendolo come scarso e pieno di problemi. La madre del bambino, sempre maestra, secondo 'Il Giorno", è infatti stata denunciata perché nel guardare la chat rimasta aperta sul computer di scuola con le frasi offensive verso il figlio, si sarebbe introdotta abusivamente nella conversazione telematica della collega violando anche la sua corrispondenza.

La storia delle maestre di Pavia che su Whatsapp insultavano il figlio di otto anni della loro collega, che ha portato alla sospensione cautelare delle docenti, è quindi ora all’esame della Procura di Milano, competente per i reati informatici di tutto il distretto di Corte d’appello del capoluogo lombardo La donna - ripercorre il quotidiano - aveva scoperto la chat con gli insulti a suo figlio sedendosi per caso davanti al computer di un’aula dove la chat tra le tre colleghe era rimasta aperta.

Comparivano parole come: «pirla», «sporco», «bambino di m...». Tra le foto, condivise su WhatsApp, ce n'era una che lo mostrava seduto al banco dopo aver ricevuto un castigo. La scoperta delle chat aveva turbato molte famiglie degli alunni della scuola. Ora la mamma dell’alunno è stata denunciata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook