Lunedì, 06 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Emorragia al naso ma viene dimessa dal Pronto Soccorso, 24enne muore dopo poco
LA TRAGEDIA

Emorragia al naso ma viene dimessa dal Pronto Soccorso, 24enne muore dopo poco

Si è recata nel pronto soccorso dell’ospedale più vicino per una abbondante emorragia nasale: è stata visitata e dimessa, ma poche ore dopo ha avvertito un malore più forte e intenso. E’ tornata al pronto soccorso ma è stato tutto inutile: un arresto cardiaco le è stato fatale. Sulla morte improvvisa di Angela Brandi, 24 anni, avvenuta nell’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, la Procura di Napoli ha aperto un fascicolo e disposto il sequestro della salma.

Non si esclude che possa essere disposta l’autopsia per chiarire le cause del decesso ed evidenziare eventuali responsabilità. Angela viveva con la famiglia a Licola, una frazione del comune di Giugliano. Sui social campeggiano sue foto in pose sorridenti e solari, con centinaia di messaggi di cordoglio da parte di amici e conoscenti. La cartella clinica è stata acquisita dai carabinieri della città flegrea, su disposizione dei magistrati della VI sezione "Lavoro e Colpe Professionali" (coordinata dal procuratore aggiunto Simona Di Monte): a dare impulso all’inchiesta non è stata, come spesso avviene, una denuncia dei familiari ma la stessa dirigenza dell’ospedale, che ha allertato i militari. La direzione generale dell’ospedale, in un comunicato, ha espresso cordoglio ai familiari e annunciato l’avvio di una indagine interna. La donna - si spiega nella nota - era ricorsa nel pomeriggio alle cure del pronto soccorso dell’ospedale di Pozzuoli, «presentando epistassi, trattate dallo specialista otorinolaringoiatra per varici al setto nasale e successivamente dimessa».

«In serata - spiega Mario Iervolino, direttore generale del Santa Maria delle Grazie - la giovane, colta da malore presso il proprio domicilio, è stata riportata in Pronto Soccorso dove è giunta in arresto cardiaco e non è stato possibile scongiurare il decesso». «Si è data pronta ed immediata collaborazione all’Autorità Giudiziaria consegnando l’intera documentazione clinica richiesta e si confida negli accertamenti disposti dalla stessa per accertare le cause ed eventuali responsabilità», conclude la nota.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook