Lunedì, 21 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura La Madre, il prete morbosità e tentazione
TAORMINA FILMFEST

La Madre, il prete
morbosità e tentazione

L'architettura razionalista e geometrica del Palazzo della Civiltà Italiana è perfetta per raccontare le curve morbosità de La madre di Angelo Maresca, film che passa oggi in concorso al Taormina Film Fest e che sarà nelle sale a luglio con Microcinema. Una storia morbosa, liberamente ispirata all'omonimo romanzo breve del premio Nobel Grazia Deledda, con protagonista un prete, in preda alle tentazioni della carne, e una madre che vuole salvarlo in preda ad altri ossessioni, tra gelosia, fede e desiderio. 

Da una parte la grande attrice almodovariana Carmen Maura, nel ruolo della madre e, dall'altra, il giovane sacerdote Paolo interpretato da Stefano Dionisi. Nel cast anche Luigi Maria Burruano (Don Paolo) e Laura Baldi (Agnese) al suo esordio cinematografico. Nel film, diretto da Angelo Maresca al suo primo lungometraggio, dopo una lunga carriera come attore, troviamo l'incontro destabilizzante di Paolo con la bella Agnese. Una tentazione maligna per la madre questa donna che offre al figlio sesso e un'altra vita da vivere. Maddalena, la madre, vive i tormenti del figlio come fossero i suoi anche se l'idea che si ha e che i suoi sentimenti non siano esclusivamente materni. 

La madre girato per la prima volta all'interno del cosiddetto Colosseo Quadrato, è stato selezionato agli Official Screening dei Golden Globe Award e presentato in numerosi Festival internazionali tra cui il Festival du Film Italien di Villerupt, i Rencontres du Cinéma Italien a Toulouse dove si è aggiudicato una Menzione Speciale della Giuria, il Palm Beach International Film Festival, il Tiburon Film Festival di San Francisco e il WorldFest Houston Film Fest (Best Supporting Actress Nomination, Laura Baldi). 

"Qual è l'amore puro, quello spirituale o quello della carne? Questi sono i due grossi interrogativi che sembrano inquietare i personaggi della storia, ma forse anche tutti noi - spiega Angelo Maresca -. Uno dei temi principali del film è il Sacrificio, quello della madre, che dopo una vita miserabile è riuscita a far diventare l'amato figlio un prete. Il giovane sacerdote dovrà resistere alle tentazioni che lo allontanano dal pegno che impone l'amore per Cristo: la castità. La sua fede vulnerabile si sfalderà come sabbia dopo l'incontro con Agnese".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook