Lunedì, 19 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
CINEMA

"Avengers: Endgame" è nella storia, battuto il record di incassi di "Avatar"

Ci sono voluti dieci anni ma alla fine, grazie anche ad un lavoro di strategia della Disney, Avatar ha perso la vetta di campione del box office: è stato detronizzato da Avengers: Endgame. Gli incassi di questo weekend infatti bastano per scavalcare il totale di 2.7897 miliardi di dollari portati a casa dal capolavoro di fantascienza di James Cameron. Ad annunciarlo è stato il presidente della Marvel Kevin Feige durante il Comic-Con a San Diego dedicato agli studios.

Avengers: Endgame ha accumulato 853 milioni di dollari al botteghino nazionale, diventando il secondo film di maggior incasso in Nord America dietro Star Wars: Il risveglio della forza (936 milioni). A livello internazionale, ha raccolto un importante cifra di 1,9 miliardi, di cui in Cina (629 milioni), Regno Unito (114 milioni), Corea del Sud (105 milioni), Brasile (85 milioni) e Messico (77 milioni).

La Disney, sempre determinata a raggiungere la gloria del botteghino, ha ripubblicato Avengers: Endgame nei cinema il mese scorso con riprese aggiuntive nel tentativo di battere Avatar, e l'operazione strategica ha avuto successo. Del resto le premesse c'erano tutte. Si tratta infatti di uno spettacolare capitolo finale per una saga aperta nel 2008 da Iron Man, e capace di incassare nel mondo in 11 anni, oltre 19 miliardi di dollari.

Il racconto riprende dallo scioccante finale di Avengers: Infinity War dove il despota Thanos (Josh Brolin) era riuscito, grazie alle gemme dell’Infinito, nel suo piano di sterminare metà degli esseri viventi dell’universo, supereroi compresi. Con l’umanità dimezzata e immersa nel lutto globale, gli Avengers superstiti, Iron Man (Robert Downey Jr), Vedova Nera (Scarlett Johansson), Captain America (Chris Evans), Thor (Chris Hemsworth), Hulk (Mark Ruffalo), War Machine (Don Cheadle), Occhio di Falco (Jeremy Renner) cui si aggiungono le new entry strategiche di Ant-Man (Paul Rudd) e Captain Marvel (Brie Larsson), si confrontano con il senso di perdita e varie dimensioni dello status di reduce.

Un cast stellare per un film che ha tutti gli ingredienti per raggiungere la vetta: mostra il lato umano dei supereroi, e tutto in un vortice di sentimenti, a tratti molto complesso, che sa anche commuovere, in attesa di nuove avventure in prequel, sequel e debutti cinematografici di supereroi della casa fondata da Stan Lee (qui al suo ultimo cameo). Tra i prossimi film Marvel/Disney ad arrivare, dopo Spider-man - Far from home: Vedova Nera, The Eternals, Doctor Strange 2, Black Panther 2 e I Guardiani della Galassia 3.

A San Diego comunque sono state annunciate le ultime novità. In futuro Thor sarà una donna interpretata da Natalie Portman nel quarto capitolo della serie sul dio del tuono. Lo ha annunciato il regista Taika Waititi. Portman ha interpretato il personaggio di Jane nei primi due film di Thor. Anche Chris Hemsworth, Tessa Thompson e Waititi hanno rivelato il titolo e il logo. «Thor: Love and Thunder» è pronto per l’uscita il 2 novembre 2021.

«Shang-Chi e la leggenda dei dieci anelli» sarà il secondo film principale della fase quattro dei Marvel Studios. Il film uscirà nelle sale il 12 febbraio 2021. L’attore sconosciuto Simu Liu è stato scelto per interpretare il film al fianco di Awkwafina. Regia di Destin Daniel Cretton. Infine Angelina Jolie ha sorpreso i fan al San Diego Comic-Con insieme al cast del film in uscita «The Eternals». Il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige dice che arriverà nei cinema il 6 novembre 2020.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook