Lunedì, 21 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
DENTRO LA TV

“Linea Verde Life” di Masi una vetrina per il Sud

di

Marcello Masi, già direttore del Tg2 e con alle spalle una lunga carriera in Rai, cura da ormai tre anni su Rai1 lo spin-off di «Linea Verde», dedicato alla sostenibilità e alle innovazioni delle città italiane. Masi e il suo «Linea Verde Life», in onda da quattro stagioni il sabato mattina, si sono posti come obiettivo di raccontare la sostenibilità urbana in tutte le sue varie declinazioni; dalle iniziative dei cittadini privati alle soluzioni smart e green promosse dalle istituzioni locali, passando per l’economia circolare e per le eccellenze tecnologiche. Tutti elementi che fanno parte di un tema sempre più attuale e preponderante come il rispetto dell’ambiente.

La trasmissione di Rai1 è tornata sugli schermi a metà settembre, condotta dallo stesso Masi e dalla nuova partner – già nota al pubblico di «Linea Verde» – Daniela Ferolla. Sabato scorso, la terza puntata della nuova stagione è stata dedicata a Bari e dintorni. Una bellissima cartolina del capoluogo pugliese, con al centro iniziative degne di nota come l’incentivo all’uso delle biciclette da parte del comune, che premia gli utenti delle bici municipali con una piccola somma di denaro calcolata in base al numero di chilometri percorsi. E poi i ragazzi di «Avanzi Popolo», che lottano contro lo spreco alimentare recuperando gli alimenti invenduti nei negozi per donarli ai più bisognosi; una moderna pedana che permette a chi è affetto da disabilità di immergersi autonomamente nello splendido mare di quella terra.

Ma il tour per le vie di Bari ha toccato diversi aspetti del buon vivere cittadino, come da tradizione della trasmissione. Qualche altro esempio? Un’affascinante ma soprattutto competente eco-stilista che realizza indumenti solo con ciò che fornisce la natura, un allevamento di golden retriever dediti alla pet-therapy e un giardino botanico che ospita più di duemila specie vegetali. Le innovazioni, poi, sono il pezzo forte della puntata. Masi rende infatti consapevole il grande pubblico di come la Puglia non sia solo il solito cliché di una regione di accoglienza e buon cibo, ma anche il luogo in cui sono nate tecnologie invidiate ed esportate in tutto il mondo.

Per l’occasione, lo storico conduttore della Rai ha visitato due stabilimenti in cui sono stati ideati un moderno satellite che monitora la salute del pianeta e il sistema di controllo in tempo reale di treni e ferrovie, nato per evitare incidenti a velocità straordinarie. Un’eccellenza tecnologica che riguarda non solo la Puglia, bensì tutto il Sud. Una zona che ancora troppo spesso viene ignorata quando si parla di futuro. Nelle scorse stagioni, infatti, sono state molte altre le città del Mezzogiorno protagoniste del programma di Marcello Masi, come Palermo, Siracusa e Reggio Calabria, solo per citarne alcune.

Un Sud in assoluta e continua evoluzione, in cui le idee e il coraggio dei giovani – ma anche dei meno giovani – generano una rinnovata fiducia sul futuro di questa terra. In particolare, un futuro che sia sostenibile. Tema che, come ben sapranno i lettori di questa rubrica, sta avendo sempre più una meritata attenzione in televisione. «Linea Verde Life» si colloca in quel filone di programmi del servizio pubblico che raccontano un’Italia che, quando vuole, sa mettersi in gioco per essere davvero parte attiva di questo futuro. E il Sud tutto si sta dimostrando un vero protagonista di questo cambiamento.

 

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook