Giovedì, 29 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Festa della donna, perché si celebra l'8 marzo: storia e significato
DAL 1911 A OGGI

Festa della donna, perché si celebra l'8 marzo: storia e significato

L'8 marzo è la Giornata internazionale della donna, in cui si celebrano le grandi conquiste sociali, politiche e legate alle pari opportunità. Viene associata alla Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne istituita il 17 dicembre 1999 e che cade ogni anno il 25 novembre.

Questa giornata si festeggia in alcuni paesi europei dal 1911 e in Italia dal 1922. In passato e ancora oggi dall'Unione donne italiane e nell'accezione comune viene chiamata Festa della donna anche se sarebbe più corretto Giornata internazionale della donna.

Storia della Festa della Donna

La giornata dell'8 marzo viene comunemente legata a due fatti storici. Il primo risale al 1911: l'8 marzo di quell'anno un gruppo di operaie di una industria tessile di New York stava scioperando contro le terribili condizioni in cui si trovavano a lavorare. Per fermare la protesta, i proprietari dell'azienda impedirono alle operaie di uscire dalla fabbrica. Qualcosa però andò storto e scoppiò un incendio che uccise 134 donne.

Il secondo evento storico è legato alla Rivoluzione di febbraio in Russia durante la prima guerra mondiale. Nella giornata dell'8 marzo 1917 molte operaie russe scesero in strada a protestare contro lo zar. Questa protesta venne ricordata nella storia poiché determinante del genere femminile.

La Giornata Internazionale della Donna si può ricondurre inoltre al clima politico di inizio 900, quando le donne cominciarono a organizzarsi per avere i propri diritti, tra cui quello del voto.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook