Domenica, 29 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura "Voice Anatomy", Pino Insegno: "Vi... insegno la voce e tutti i modi di usarla"
DOPPIAGGIO

"Voice Anatomy", Pino Insegno: "Vi... insegno la voce e tutti i modi di usarla"

di

La voce, strumento di comunicazione per eccellenza, è un elemento fondamentale del nostro vivere, per la potenzialità di veicolare significati e stati d’animo, esprimibili in virtù di una diversa modulazione dei suoni. Imparare ad usarla al meglio può migliorare la qualità del nostro quotidiano, e offrire una maggiore consapevolezza nel rapporto con gli altri.

Il prezioso mezzo di comunicazione, in tutte le sue declinazioni, sarà al centro del format “Voice Anatomy”, che dopo essere andato in onda dal 2015 al 2019 su Radio24, da oggi (ore 23.55) approderà su Rai2, ancora una volta con la conduzione di Pino Insegno.

Doppiatore famoso, voce di attori del calibro di Viggo Mortensen, Will Ferrell e Liev Schrieber, l’artista romano ospiterà in studio personaggi italiani e internazionali, tra cantanti ed altre figure professionali del settore, che spiegheranno come usare la voce, rieducarla, o superarne i problemi, offrendo preziosi consigli e suggerimenti a riguardo.

«Con mia moglie Alessia Navarro avevamo concepito il progetto per il piccolo schermo – racconta Insegno – ma non è stato possibile realizzarlo in tv e lo abbiamo riadattato con successo per la radio. In quattro anni di trasmissione si sono alternati ospiti italiani e stranieri con i quali abbiamo percorso i meandri del “sistema voce” che io già frequentavo da formatore, ma che era importante analizzare con un pubblico più vasto. In televisione poi uniremo tutto, mettendo a fuoco l’aspetto tridimensionale del linguaggio, ospitando attori, doppiatori, vocologi e cantanti, con esercizi di stile, monologhi cinematografici e momenti di gioco. Ogni puntata di questa edizione avrà un tema che legherà la voce ad argomenti specifici come l’amore, lo sport e il potere».

Un programma di alfabetizzazione alle potenzialità vocali quindi come obiettivo primario degli autori. “Voice Anatomy” unisce le spettacolarità della voce con novità che vanno dal backstage del doppiaggio alla dizione – continua Insegno – con una sorta di “Non è mai troppo tardi” del futuro curato dal prof. Andrea Papalotti, in cui si danno preziosi consigli ai professionisti che usano molto questo strumento per lavoro e magari rischiano i noduli o altri problemi.

Tutto avverrà in un’atmosfera leggera, spesso ironica, con compagni di viaggio avvezzi a giocare o lavorare con la voce e che, in qualità di amici, affiancheranno il conduttore nel corso delle dieci puntate previste. Tra questi, oltre a Papalotti, il soundteller Albert Hera, uno dei più grandi vocologi al mondo, il foniatra Franco Fussi (vocal coach di Marco Mengoni ed Elisa), l’imitatore Claudio Lauretta, l’influencer e doppiatore The Merluzz (Maurizio Merluzzo), il duo comico Le Coliche e la band a cappella Cluster. Ospiti della prima puntata Francesco Pannofino, Luca Ward, Andrea Bocelli e Shade, che sarà accompagnato dai Cluster in una performance. “Voice Anatomy” è un format originale da un'idea di Alessia Navarro, scritto per la televisione con Dario e Gian Marco Di Gennaro, David Abatecola e Fabio Appetito. La regia è di Francesco Ebner.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook