Domenica, 16 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Cosa sono gli Nft: opere digitali vendute da Sotheby's per 16,8 milioni di dollari
ARTE E TECNOLOGIA

Cosa sono gli Nft: opere digitali vendute da Sotheby's per 16,8 milioni di dollari

Una vendita di opere digitali dell’artista Pak con il marchio «Nft», dal nome della nuova tecnologia di autenticazione, ha raggiunto i 16,8 milioni di dollari, un successo per la casa d’aste di Sotheby's, che aveva organizzato l’evento.

Una vendita di opere digitali dell’artista Pak con il marchio «Nft», dal nome della nuova tecnologia di autenticazione, ha raggiunto i 16,8 milioni di dollari, un successo per la casa d’aste di Sotheby's, che aveva organizzato l’evento.
Un mese dopo la vendita di "Everydays: The First 5000 Days" dell’artista digitale Beeple, per 69,3 milioni di dollari da Christiès, la rivale Sotheby's si è lanciata, per la prima volta, nell’avventura "Nft". Acronimo che sta per "Non-Fungible Token", i token crittografici su una blockchain che costituiscono informazioni uniche, non intercambiabili, inalterabili, che consentono all’acquirente di un oggetto digitale (disegno, animazione, video, foto, musica) di essere certo di essere il proprietario.

Per la sua prima, Sotheby's aveva scelto un formato completamente diverso da quello di Christie's. Piuttosto che giocare sulla scarsità, ha messo in vendita in quantità illimitate, tramite la piattaforma specializzata Nifty Gateway, «cubes», creata da Pak. Circa 23.598 di queste animazioni di un parallelepipedo rettangolare rotante hanno trovato acquirenti durante la tre giorni di vendite, per un totale di 14 milioni di dollari.
L’idea dell’artista era di mettere in discussione le nozioni di valore e rarità non limitando il numero di pezzi venduti. Secondo Sotheby's, circa 3.080 collezionisti hanno acquistato almeno un cubo.

Oltre a questi cubi, Pak ha donato anche due opere uniche, una delle quali che rappresenta un singolo pixel è stata acquistata per 1,36 milioni di dollari dal collezionista digitale Eric Young. L’altra, una forma geometrica rotante, è stata venduta per 1,44 milioni di dollari.
Chi acquistava più cubi riceveva un’ulteriore opera unica, intitolata "Il Cubo", una sorta di bonus, diverso dagli altri «cubi».
La maxi-vendita testimonia la vitalità del mercato «Nft», che genera, quotidianamente, più di 10 milioni di dollari di transazioni su piattaforme digitali come Nifty Gateway o OpenSea. Secondo il sito specializzato NonFungible.com, due miliardi di dollari sono passati di mano in questo mercato, solo nel primo trimestre del 2021.

Anche Snowden si lancia nell'Nft, cifra record per ritratto

Anche Edward Snowden, l’informatore della Nsa, si lancia nell’Nft, i certificati digitali 'Non Fungible Token', diventati la nuova febbre della tecnologia. Snowden ha venduto per oltre 5,4 milioni di dollari la sua prima opera d’arte digitale in Nft. Il lavoro lo ritrae sullo sfondo della sentenza che condanna l’Agenzia per la Sicurezza Nazionale americana per il caso "Datagate", emerso a partire dal 2013. L'immagine ha come titolo Stay Free ed è stata acquistata all’asta per 2.224 ethereum, 5,4 milioni di dollari. La cifra sarà devoluta alla Freedom of the Press Foundation, di cui Snowden è presidente e che comprende, come consiglieri, l'attore John Cusack e il giornalista Glenn Greenwald. L’opera, certificata in codice Nft, è rimasta all’asta per 24 ore, partendo da un prezzo di 2 Ethereum, circa 4.800 dollari.

Nel 2020, sette anni dopo che Snowden aveva passato i suoi documenti al giornalista Greenwald e alla documentarista Laura Poitras, la Corte d’Appello degli Stati Uniti ha stabilito che la sorveglianza di massa dei tabulati telefonici americani era illegale. «Voglio ringraziare tutti coloro che hanno seguito questa vendita nelle ultime 24 ore - ha scritto Snowden su Twitter - la più profonda gratitudine va a tutti, dalla Freedom of the Press Foundation a chi ha partecipato all’asta di beneficenza. Ci aiutate a creare un mondo migliore. Restate liberi». Stay Free è solo l’ultimo dei prodotti digitali che ricade nella categoria dei 'Non Fungible Token', opere che, seppur riproducibili, integrano una chiave crittografata verificata all’interno di una blockchain. Tale caratteristica ne vieta, a monte, la copia non autorizzata o lo scambio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook