Lunedì, 10 Dicembre 2018
INDUSTRIA

Milazzo, il futuro della Centrale fra istanze e timori della Flaei Cisl

La Flaei Cisl chiederà ad “A2a” di mantenere nel sito filippese i 220 milioni di investimento già inseriti nei piani pluriennali di investimento. Il sindacato ha già proposto un incontro urgente alla società per invitare i vertici a mantenere nel sito il programma di investimenti già programmati per l’ex Centrale Edipower di Archi. Programmi che vedono al primo posto la realizzazione del termovalorizzatore che però è stata per il momento bloccata, come riporta la Gazzetta del Sud in edicola.

«Il “no” a quell’impianto è stata una scelta sbagliata – affermano il segretario regionale Ammendolia e il segretario territoriale Lo Monte – visto che si trattava di un progetto conquistato dopo estenuanti lotte di tutto il sindacato di Centrale. Un progetto che avrebbe proiettato il sito per i prossimi 50 anni salvaguardando ambiente, occupazione ed investimenti nel territorio».

«Non si capisce perché puntare sempre verso l’interramento dei rifiuti e la minaccia di portarli fuori regione con costi elevati per il cittadino in entrambi i casi e nello stesso tempo si espone la Regione e gli enti locali a sanzioni comunitarie perché si continua ad inquinare il suolo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X