Mercoledì, 26 Giugno 2019
stampa
Dimensione testo
FUKUOKA

G20, la fiducia di Tria sul deficit: "Troveremo una soluzione con l'Ue"

deficit, g20, governo, Giovanni Tria, Sicilia, Economia
Il ministro dell'Economia Giovanni Tria

Fiducioso. Il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, al termine dei lavori del G20 in Giappone, si dice sicuro di trovare una soluzione con la Commissione europea per scongiurare una eventuale procedura di deficit eccessivo da parte di Bruxelles e chiude secco la porta alla possibile introduzione dei minibot.

«Abbiamo un negoziato e un dialogo con la Commissione Ue», afferma il ministro, «e sono sicuro che troveremo una soluzione perchè il governo italiano è solito rispettare le regole di bilancio dell’Ue. Dopo proveremo a dimostrare che il nostro programma le rispetta. Dobbiamo discutere su come misurare alcuni indicatori e questa è la situazione». I rischi legati al debito pubblico italiano non sono comunque stati al centro del dibattito del summit di Fukuoka, riferisce il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco.

A fare il punto sul processo di valutazione in corso a Bruxelles sulla procedura per deficit eccessivo all’Italia è il commissario europeo Pierre Moscovici che, sempre a margine dei lavori, afferma di aspettarsi «l'appoggio degli stati membri sull'approccio della Commissione. Stiamo dicendo al governo italiano che abbiamo bisogno di dati, cifre, che dimostrino chiaramente che gli obiettivi di politica fiscale, su cui ci siamo messi d’accordo a dicembre, siano rispettati quest’anno e dobbiamo nel contempo avere serie rassicurazioni che il bilancio del 2020 sia sostenibile».

Il ministro Tria, sottolinea il commissario europeo, «è consapevole di quello che deve fare». Durante la due giorni giapponese, il ministro dell’Economia ha avuto diversi incontri con i partner europei. «Non ha incontrato solo me nelle bilaterali - dice Moscovici - ma anche altri rappresentanti europei. Tutti sono preoccupati dalla situazione e nessuno vuole che sia lanciata la procedura contro l’Italia ma tutti vogliamo che le regole comuni siano rispettate».

L’inquilino di via XX settembre parla anche del rapporto deficit-Pil. «Andremo sotto» il 2,4% stimato, osserva. «Intorno al 2,2%-2,1%», spiega. Quanto ai minibot, il no di Tria è deciso: «Non credo che ci sia una discussione interessante perchè abbiamo discusso di alcune opinioni. Non è una questione principale che andremo a trattare a livello di governo».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook