Giovedì, 19 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Assicurazione contro infortuni e malattie professionali. Ecco le nuove istruzioni per calcolare il premio Inail
LA CIRCOLARE

Assicurazione contro infortuni e malattie professionali. Ecco le nuove istruzioni per calcolare il premio Inail

Assicurazione contro infortuni e malattie professionali. In arrivo le nuove istruzioni per calcolare il premio Inail

È consultabile sul sito Inail la nuova circolare con le istruzioni tecniche, per le quattro gestioni tariffarie Industria, Artigianato, Terziario e Altre Attività, che descrivono l’ambito applicativo dei dieci grandi gruppi in cui le lavorazioni sono aggregate per comparti produttivi o lavorativi omogenei.

Le novità rispetto al sistema precedente

Le istruzioni tecniche, che nascono dall’esperienza maturata nel tempo e dall’applicazione del nuovo nomenclatore, riportano le novità principali introdotte nel sistema tariffario del 2019 rispetto a quello previgente del 2000. Con l’aggiornamento, sono state ridefinite alcune lavorazioni, aggregate altre lavorazioni già esistenti in un’unica voce di tariffa, eliminati alcuni cicli produttivi non più attuali e istituite nuove voci di tariffa per lavorazioni che si sono diffuse negli ultimi venti anni e che corrispondono a nuove forme produttive o di erogazione di servizi.

I dieci grandi gruppi

Nelle quattro gestioni tariffarie le attività sono ordinate secondo una classificazione tecnica delle lavorazioni, divise in dieci grandi gruppi, articolati in gruppi, sottogruppi e voci. I dieci grandi gruppi includono le lavorazioni meccanico-agricole e alimentari, quelle del settore chimico, i lavori edili, le attività del comparto energetico, le lavorazioni del legno, quelle nel comparto metallurgico, le attività minerarie, le lavorazioni tessili, le attività di trasporto e magazzinaggio, e infine quelle del commercio e dei servizi.

Il nuovo criterio di calcolo dell’oscillazione del tasso per andamento infortunistico.

La circolare illustra anche i criteri di determinazione dell’oscillazione del tasso per andamento infortunistico con i nuovi parametri e analizza la rideterminazione del tasso applicabile. Una delle novità delle tariffe è stata l’introduzione del nuovo criterio di determinazione dell’oscillazione del tasso per andamento infortunistico, basato adesso sulla gravità dell’evento e sulle sue conseguenze e non più sugli oneri economici sostenuti dall’Istituto. L’oscillazione viene ora applicata con riferimento alla posizione assicurativa territoriale (PAT) nel suo complesso e non più alle singole voci di tariffa. La circolare riporta anche le casiste in cui deve essere rideterminata l’oscillazione del tasso per andamento infortunistico.

Riduzione del tasso medio per prevenzione (OT23)

Si tratta del beneficio fruibile dalle aziende che attuano interventi migliorativi ulteriori rispetto a quelli previsti dalle norme in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Ma c’è una novità! Anche le aziende nel primo biennio di attività possono essere ammesse al beneficio. In concreto, a prescindere dall’anzianità dell’attività, adesso il riconoscimento della riduzione è subordinato alla sussistenza di questi requisiti: osservanza delle disposizioni obbligatorie in materia di salute e sicurezza; attuazione di interventi migliorativi predeterminati dall’Istituto, supportata da idonea documentazione appositamente predefinita; regolarità contributiva.

La circolare è scaricabile dal sito Inail alla voce https://www.inail.it/cs/internet/atti-e-documenti/note-e-provvedimenti/circolari/circolare-n-28-del-28-ottobre-2021.html

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook