Sabato, 10 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Bonus revisione auto e moto: ecco come richiedere il rimborso "veicoli sicuri" - ISTRUZIONI
GUIDA

Bonus revisione auto e moto: ecco come richiedere il rimborso "veicoli sicuri" - ISTRUZIONI

Mims, per compensare aumenti tariffe dal 1/o novembre 2021

Bonus revisione auto e moto, presentate 41mila domande in un mese: ecco come richiedere il rimborso "veicoli sicuri".

Chi ha effettuato la revisione auto tra il primo novembre 2021 e il 31 dicembre 2021 ha due mesi in più di tempo per chiedere il rimborso di 9,95 euro che è stato previsto per compensare l’aumento tariffario della stessa entità scattato anch’esso dal primo novembre. Il termine per richiedere il bonus slitta quindi dal 28 febbraio al 30 aprile 2022. Dal primo maggio sarà invece possibile presentare la domanda per le revisioni effettuate a partire dal primo gennaio dell’anno in corso.
Per chiedere il rimborso, che viene accreditato direttamente sul conto corrente, i cittadini interessati dovranno accedere alla piattaforma "Bonus veicoli sicuri" attraverso l’identità digitale Spid e compilare il modulo disponibile. La domanda può essere avanzata per le revisioni di autoveicoli (fino a 35 quintali), motoveicoli, ciclomotori e minibus (fino a 15 posti) effettuate nelle officine autorizzate, il rimborso è concesso ai proprietari per un solo veicolo e per una sola volta.

Che cos'è il Bonus Veicoli Sicuri?

Il Bonus Veicoli sicuri è il contributo erogato in favore dei proprietari di veicoli a motore che, RELATIVAMENTE ALL'ANNO 2021 dal 1° novembre 2021 al 31 dicembre 2021, sottopongono il proprio veicolo alle operazioni di revisione di cui all'art. 80, comma 8, del Codice della strada.

Con quali modalità di accesso posso richiedere il contributo ?

L'identità dei beneficiari AL MOMENTO viene accertata tramite credenziali SPID (di livello 2).

Posso accedere con CIE o CNS ?

No. Al momento l’unico accesso alla piattaforma è attraverso l’identità digitale SPID.

Ho fatto la revisione nel 2022, come posso richiedere il bonus?

Il sito web permette di richiedere contributo in favore dei proprietari di veicoli a motore che, dal 1° novembre 2021 al 31 dicembre 2021 hanno sottoposto il proprio veicolo a revisione. Per chi ha invece effettuato la stessa successivamente al 31 dicembre 2021 verrà data evidenza con un successivo avviso.

Nella richiesta di rimborso non mi viene richiesta la ricevuta dell’avvenuta revisione, dove devo allegarla?

Per la richiesta del contributo non è richiesto nessun allegato o ricevuta. Sono necessari solo i dati richiesti nella procedura online.

Quando riceverò il rimborso?

Il rimborso verrà effettuato successivamente alla verifica dei dati inseriti. E’ possibile controllare lo stato di avanzamento accedendo alla piattaforma e visualizzando lo stato della richiesta associata alla targa.

Ho un veicolo cointestato, non riesco a inserire la richiesta di contributo, come posso fare?

In caso di veicolo cointestato il rimborso dovrà essere richiesto da chi ha gli oneri giuridici del mezzo, ovvero dal primo cointestatario sulla carta di circolazione.

Ho appena richiesto il rimborso, ho ricevuto il numero pratica, cosa devo farci?

Il numero pratica serve ad identificare univocamente la tua richiesta di contributo. Conserva il numero pratica, puoi utilizzarlo nel caso ti servisse assistenza.

Ho due o più veicoli, anche di diversa tipologia, posso richiedere più di un contributo?

No. È possibile richiedere un solo contributo per un solo veicolo, una sola volta, per tutta la durata dell’iniziativa (2021/2023).

Ho inserito una richiesta per un veicolo, ma vorrei eliminarla, posso farlo?

Sì. È possibile eliminare la richiesta entro 3 giorni, dall’inserimento della stessa, direttamente sulla piattaforma e richiedere nuovamente un contributo per lo stesso o un altro veicolo salvo disponibilità di fondi ministeriali.

Non riesco ad inserire la targa, il sito segnala “Attenzione: controllare i dati inseriti”, cosa posso fare?

In questo caso è necessario rivolgersi all’ UMC (ufficio motorizzazione civile) di competenza per individuare la natura dell’anomalia (numero di targa non presente in archivio o semplicemente errore di digitazione ecc..).

Ho una minicar 50cc, non riesco a chiedere il contributo, come posso fare?

Se si è in possesso di una minicar 50cc, per richiedere il contributo è necessario inserire il CIC (riportato sulla carta di circolazione) e selezionare la categoria Ciclomotore.

Ho una minicar con cilindrata superiore a 50cc, non riesco a chiedere il contributo, come posso fare?

Se si è in possesso di una minicar con cilindrata superiore a 50cc, per richiedere il contributo è necessario inserire la targa e selezionare la categoria Motoveicolo.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook